Aggiudicata la gestione dello stabilimento balneare del Grand Hotel di Cervia

Il bando era stato emesso nei mesi scorsi a seguito della decadenza della concessione demaniale marittima del Grand Hotel e l’amministrazione comunale ha bandito la gara per affidarne nuovamente la gestione

Un rendering del nuovo stabilimento balneare

Martedì mattina è stata assegnata la concessione demaniale per la gestione dello stabilimento balneare “Grand Hotel” di Cervia. Alla gara hanno partecipato due imprese - la Nettuno srl e il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa composto da Lobby Foundation srl e Lobby srl - che si è aggiudicato la concessione. Il bando era stato emesso nei mesi scorsi a seguito della decadenza della concessione demaniale marittima del Grand Hotel e l’amministrazione comunale ha bandito la gara per affidarne nuovamente la gestione.

L’obiettivo, contestualmente ai progetti di ristrutturazione che interessano l'albergo, mira a perseguire il più proficuo utilizzo delle aree demaniali marittime adiacenti, mediante la riqualificazione e la valorizzazione dello stabilimento balneare e della spiaggia. La gestione deve essere coerente con le caratteristiche e le finalità del bene pubblico e deve garantire la salvaguardia delle risorse ambientali del territorio, la fruibilità dei beni demaniali marittimi, e il rispetto delle peculiarità ambientali dei luoghi e della località.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assegnazione è avvenuta valutando la proposta che ha offerto le maggiori garanzie di progettualità gestionale, la più interessante valorizzazione del bene e la più proficua utilizzazione dello stabilimento balneare. Inoltre nell’aggiudicazione è stato valutato l’uso più rispondente a un più rilevante interesse pubblico, tenuto conto della destinazione del bene demaniale in rapporto agli interessi della collettività e dell'offerta complessiva di servizi, finalizzati alla pubblica fruizione e all’arricchimento dell'offerta turistico ricreativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • A 91 anni fa il Giro d'Italia in barca a vela: "Mettetevi in gioco, è la paura che fa invecchiare"

  • Violento scontro all'incrocio, mezzi distrutti: una famiglia all'ospedale

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento