menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredisce i clienti, poi prende a testate i Carabinieri: caos in un bar del centro, donna in manette

Durante il tragitto dalla piazza alla caserma, la donna avrebbe anche colpito violentemente con dei calci l’interno dell’auto, danneggiandola

Caos in un bar del centro storico. I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Faenza hanno arrestato una 44enne cubana, residente nella città manfreda. Sabato sera è stato richiesto un intervento al 112 in piazza del Popolo in quanto una donna, presumibilmente in stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di sostanze alcooliche, stava urlando in mezzo alla strada aggredendo i clienti di un bar.

Sul posto è intervenuta una pattuglia dell’aliquota radiomobile che ha trovato la donna mentre inveiva contro i passati e che, fin da subito, si sarebbe mostrata poco collaborativa nei confronti dei militari che hanno cercato di calmarla, rifiutando anche di essere identificata. Poi, per tenere a distanza i Carabinieri, avrebbe iniziato a sputare verso di loro, a spingerli in maniera provocatoria e infine a colpirli con calci, pugni e unghiate. I militari sono infine riusciti a bloccarla e a farla salire sull’autovettura di servizio. Durante il tragitto dalla piazza alla caserma, la donna avrebbe anche colpito violentemente con dei calci l’interno dell’auto, danneggiandola. In caserma è stato poi richiesto l’intervento in del personale del 118, dove durante la visita dei sanitari la donna si sarebbe agitata nuovamente riuscendo a colpire uno dei militari con una testata al volto. Sedata dal personale medico intervenuto, la donna è stata trasferita al pronto soccorso dell’ospdale di Faenza. I militari hanno riportato lesioni refertate dallo stesso pronto soccorso.

Arrestata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, la donna è rimasta tutta la notte nel nosocomio manfredo, poi domenica mattina su disposizione del Pm di turno è stata trasferita al carcere di Forlì. Lunedì mattina la donna è stata accompagnata al Tribunale dove il giudice ha convalidato l’arresto. Inoltre, su richiesta del pubblico ministero, ritenendo che nei suoi confronti sussistessero gravi e fondati indizi di colpevolezza, è stata disposta l’applicazione della misura degli arresti domiciliari in attesa del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento