Entra in ospedale e aggredisce poliziotto e guardia giurata: in manette

L’azione dell'uomo è stata ridimensionata grazie all’intervento di una seconda Guardia giurata, giunta in quel momento per prelevare il denaro delle casse per la riscossione del ticket

La Polizia di Stato ha arrestato un 26enne, residente a Cervia ma di fatto senza fissa dimora, per i reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Lunedì mattina il responsabile del posto di Polizia dell’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, in collaborazione con la Guardia particolare giurata in servizio presso il presidio ospedaliero, ha proceduto al controllo di un giovane che più volte era stato segnalato aggirarsi all’interno dell’area del nosocomio senza valido motivo, e che voleva nuovamente accedervi utilizzando il vecchio ingresso della struttura. Alla richiesta di declinare le proprie generalità, il giovane inizialmente ha opposto un rifiuto verbale, poi è passato a insultare i due operatori per infine spintonarli con violenza sino a fare cadere uno dei due - che voleva impedirgli l’ingresso in ospedale - in terra. L’azione dell'uomo è stata ridimensionata grazie all’intervento di una seconda Guardia giurata, giunta in quel momento per prelevare il denaro delle casse per la riscossione del ticket.

L'aggressore è stato così ammanettato e condotto in Questura dove, grazie al fotosegnalamento dattiloscopico, è stato identificato per il 26enne gravato da precedenti per furto aggravato, lesioni personali gravi, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. In considerazione della condotta tenuta e dell’avere cagionato lesioni personali al responsabile del posto di Polizia dell’ospedale - giudicate guaribili con tre giorni di prognosi - l'uomo è stato dichiarato in arresto per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Il 26enne, dopo le formalità di legge, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto. Martedì mattina il Gup del Tribunale di Ravenna ha convalidato l’arresto concedendo i termini a difesa e rinviando la celebrazione del processo al prossimo 10 ottobre. Nel frattempo ha imposto all'uomo l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per tre volte a settimana in Questura a Ravenna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Dramma sui binari: perde la vita travolta da un treno

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

Torna su
RavennaToday è in caricamento