Cresce la voglia di vacanza agricola: da tutta Europa negli agriturismi ravennati

"Molto apprezzata dai visitatori dei nostri agriturismi – commenta il responsabile provinciale Campagna Amica Ivo Zama - la capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo"

L'agricoltura è cibo e il cibo è anche turismo: ad evidenziare la forza di questo legame le presenze in aumento negli agriturismi Terranostra/Campagna Amica della provincia di Ravenna. Le aziende agrituristiche delle colline ravennati, con il loro carico di tradizione enogastronomica che dentro le cucine, tra le mani sapienti delle azdore, si trasforma in piatti genuini, veri e rigorosamente a km zero, sono infatti tra le mete preferite dai turisti, molti italiani, provenienti in particolare dal centro Italia e anche tanti stranieri, molti dal Nord Europa, ma soprattutto tedeschi, inglesi e francesi.

Le prime stime estive, e in particolare le prenotazioni di agosto, evidenziano l'interesse crescente per la campagna ed i suoi prodotti, ma anche per location vicine al mare e alla città d'arte, come appunto gli agriturismi del Faentino e dell'entroterra ravennate. “Molto apprezzata dai visitatori dei nostri agriturismi – commenta il responsabile provinciale Campagna Amica Ivo Zama - la capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo, insieme a servizi molto curati – dalla piscina al maneggio fino al wellness – ma anche innovativi, con proposte ad hoc per appassionati di trekking, di percorsi naturalistici o di cucina”.

Restando in tema di cucina e quindi di gastronomia, interessante l'offerta 'tradizionale' per il pranzo o la cena di Ferragosto nei nostri agriturismi: dal filetto di maiale (proveniente dall'allevamento aziendale) ai porcini della Corte dei Mori di Brisighella, alla fiorentina di Bovina Romagnola del vicino allevamento Cenni proposta dalla Tenuta Nasano (Riolo Terme), fino alle tagliatelle all'ortica e guanciale del Castagnolo (Casola Valsenio) o ancora i tagliaritini con sugo al pomodoro fresco, scalogno e salsiccia di Villa Rugata (Cotignola) o gli gnocchi alla mora romagnola di La Cà Nova (Casola Valsenio) e il coniglio 'alla vecchia' di Palazzo Baldini (Bagnacavallo).

Altro fattore di successo degli agriturismi del circuito Campagna Amica, la possibilità per i visitatori di acquistare direttamente sul posto, quindi conoscendo produttore e processi produttivi, eccellenze locali a chilometri zero. Così facendo, oltre ad ottimizzare il rapporto prezzo/qualità, il turista può conoscere la storia, la cultura e le tradizione che racchiude il prodotto stesso. In molti casi, peraltro, alla vendita si accompagna la possibilità di assaggi e degustazioni guidate, come quelle proposte da La Sabbiona di Oriolo dei Fichi.

Di fronte ad una offerta così variegata è nata l'App Coldiretti "Farmersforyou" per mettere in connessione gli imprenditori agricoli con i nostri connazionali e con i cittadini di tutto il mondo che si recano in Italia ed intendono acquistare prodotti o dormire nelle aziende agricole. Scaricando e utilizzando la App è possibile scegliere gli agriturismi dove poter soggiornare nei più bei paesaggi della campagna, ma anche trovare i mercati di Campagna Amica, le fattorie, e le botteghe dove poter acquistare il vero made in Italy agroalimentare.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento