rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

"Aiuole spoglie e poca illuminazione: ridiamo dignità a piazza Duomo"

A chiederlo è il capogruppo in consiglio di Ama Ravenna Daniele Perini, che ha presentato un'interrogazione per chiedere provvedimenti sullo stato della piazza

Piazza Duomo propone vari significativi elementi di attrazione sia in chiave urbanistico – architettonica che turistica: dalla colonna che regge la statua della Vergine in granito grigio, di epoca romana, collocata nel 1659 per celebrare la fine della peste al Seminario, al seicentesco Palazzo Fantuzzi Farini, con la facciata scandita dalla simmetria del sasso d'Istria al Duomo che accoglie tra l'altro, in uno splendido sarcofago tardo- romano, il corpo dell'arcivescovo Rinaldo da Concorezzo, contemporaneo di Dante, ricordato per l'innovativa sentenza di assoluzione con cui concluse il processo nei confronti dei Templari.

"Si è purtroppo costretti a verificare e a denunciare la situazione carenziale in cui versa la piazza stessa - commenta il capogruppo in consiglio di Ama Ravenna Daniele Perini, che ha presentato un'interrogazione per chiedere provvedimenti - A partire dallo stato delle aiuole, prive di una qualche componente floreale, dai problemi legati al ghiaino, per giungere all'insufficiente illuminazione e a una pavimentazione, in generale, non adeguata. L'importante appuntamento Dante 2021 si avvicina e appare necessario quindi, a maggior ragione offrire a turisti, studiosi, cultori e anche agli stessi ravennati un biglietto da visita della città e delle sue bellezze storico-architettoniche il più possibile qualificato e qualificante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiuole spoglie e poca illuminazione: ridiamo dignità a piazza Duomo"

RavennaToday è in caricamento