rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Al via la fiera Omc: tre giorni per discutere di transizione energetica e nuovi modelli di sviluppo

"Ravenna rappresenta già oggi un punto di riferimento per l’innovazione nel settore energetico. I prossimi anni saranno strategici", afferma il sindaco De Pascale

Saranno tre giorni dedicati principalmente ai temi della transizione energetica e dei nuovi modelli di sviluppo quelli della quindicesima edizione di Omc, la Med Energy Conference che è in programma dal 28 al 30 settembre al Pala De Andrè di Ravenna. Nata come evento del settore oil&gas, la fiera Omc si è posta nel tempo l’obiettivo di rispondere anche alle esigenze delle società energetiche, creando un forum dove analizzare e discutere tecnologie e strategie da mettere in campo coinvolgendo autorità, compagnie, professionisti e istituzioni.

La spinta verso un nuovo concetto di sviluppo sostenibile, basato su un diverso mix energetico e sull’innovazione tecnologica, guida la nuova edizione di Omc, per la quale sono state introdotte alcune novità rilevanti. Innanzitutto, la denominazione dell’evento è diventata OMC-Med Energy Conference per ribadire l’attenzione verso i temi dell’energia a 360 gradi, allargando il perimetro della manifestazione a tutti i settori dell’industry con approccio olistico. La manifestazione vuole diventare il centro di dibattito trasversale sull’energia nel Mediterraneo, richiamando istituzioni, aziende, la comunità scientifica e degli investitori nonché coinvolgendo i giovani, le startup e centri di ricerca per creare insieme percorsi condivisi di sviluppo che portino agli obiettivi climatici e di crescita futura. La periodicità è quindi diventata annuale, perchè l’incontro ed il dibattito costante su questi temi risulta necessario e prioritario.

"I prossimi anni saranno strategici per i settori della produzione di energia, della chimica e del recupero dei materiali che si troveranno al centro di una vera e propria rivoluzione green. Ravenna rappresenta già oggi un punto di riferimento per l’innovazione nel settore energetico, ne è dimostrazione proprio questa rinnovata edizione di Omc, che diventa quest’anno Omc – Med Energy Conference, uno dei più importanti appuntamenti annuali dedicato al dibattito mondiale sulla transizione energetica e che accogliamo con grande soddisfazione - afferma il sindaco di Ravenna Michele De Pascale - La nostra comunità grazie ad esperienza e know-how è da sempre stata capace di affrontare con un approccio costruttivo e innovativo il tema dell’energia, coniugando la tutela dell’ambiente e delle attività turistiche con le istanze socio-economico-industriali".
 
"Ravenna ha davanti la grande sfida per continuare ad essere protagonista in Europa dell’energia - prosegue De Pascale - soprattutto nella definizione di una strategia energetica pragmatica, innovativa e nel contempo realizzabile, verso un futuro in cui l’energia sarà prodotta solo da fonti pulite, continuando a mantenere, nel frattempo, un posto di rilievo nella produzione del mix da fonti energetiche (gas naturale e rinnovabili) per sostenere le filiere tecnologiche e la produzione di beni e servizi ed evitare in questa fase una miope dipendenza da altri paesi".

L'edizione 2021

La 15esima edizione si prefigge di discutere delle sfide della transizione energetica a partire dal percorso che l’industria oil& gas ha avviato nell’ultimo decennio verso un energy mix sempre più low carbon, allargando i confini della manifestazione, integrando tutte le forme di energia per mettere in campo strategie e nuovi modelli di sviluppo che puntano a combinare sostenibilità economica con sostenibilità ambientale in ottica di lungo termine. Il tema dell’edizione individuato è Rethinking Energy together: alliances for a sustainable energy future: ripensare l’energia insieme attraverso sinergie e alleanze che possano garantire un futuro sostenibile e di crescita del settore dell’energia, integrando le competenze, il know how e i contributi delle filiere, per dibattere e trovare insieme percorsi fattibili e concreti che coinvolgano tutti gli attori, operatori energetici e stakeholder, abbracciando tutte le forme di energia, tutte le leve di decarbonizzazione, le fonti rinnovabili e l’economia circolare.

La struttura e i temi dell’evento

La manifestazione durerà 3 giorni, da martedì a giovedì e prevede complessivamente 5 plenary session di alto livello. L’ultimo giorno è prevista una plenary session di chiusura cui seguirà il discorso di chiusura della Presidente che lancerà i contenuti dell’evento 2022. Tra i temi strategici individuati figurano il riposizionamento dell’industria post pandemia e gli obiettivi di medio e lungo termine, la trasformazione delle attività upstream e i nuovi modelli di business per arrivare a un futuro a emissioni zero, il ruolo delle rinnovabili e  lealleanza tra il Nord e il Sud del Mediterraneo per creare un energy transition hub nella regione, e gli investimenti necessari a creare e sostenere per un sistema energetico low carbon. Parallelamente il tema della transizione sarà declinato in 28 sessioni tecniche e sessioni poster digitali, riconducibili a 4 grandi aree tematiche, per le quali il Comitato Scientifico ha ricevuto e valutato  ben 258 contributi: economia circolare, carbon neutrality, operational excellence, tecnologie. Importante novità dell’edizione 2021 è l’inserimento di una sessione speciale, chiamata “innovation room”, rivolta ai giovani e agli studenti delle università e scuole per attrarli verso il mondo dell’energia e renderli protagonisti del percorso di transizione verso il futuro.

Tanti anche gli ospiti che interverranno durante gli eventi della fiera. Fra i tanti saranno presenti anche: il Ministro del Petrolio dell'Egitto Tarek El Molla, il Ministro dell'Energia di Cipro Natasa Pilides, il Ministro del Petrolio e del Gas della Libia Mohamed Oun, il Commissario Europeo per l'Energia Kadri Simson e l'ambasciatore della Gran Bretagna Jill Morris.

Le novità

L’hackathon. Start up, giovani professionisti, studenti. L’edizione 2021 di OMC-Med Energy Conference amplia la platea degli stakeholder con i quali affrontare il tema della transizione energetica. Tra le nuove iniziative lanciate a questo scopo, spicca OMC2030 Hackathon, appuntamento in programma il 29 settembre a cui possono partecipare studenti e giovani professionisti dai 20 ai 30 anni per sfidarsi nel lancio di nuove idee per il futuro dell’energia. L'iniziativa è organizzata in collaborazione con la sezione italiana di SPE e con il supporto di Accenture, in qualità di sponsor tecnico. Per questa edizione, i team saranno invitati a sviluppare nuove idee e nuove soluzioni per l’industria energetica al fine di raggiungere l’obiettivo 7 dell’AGENDA2030 dell’ONU, focalizzato sul tema ‘Energia pulita e accessibile’. 

Incontro con le startup. Il bando è dedicato alle startup/imprese emergenti che lavorano su soluzioni e tecnologie per la transizione energetica, con particolare riguardo ai seguenti ambiti: cattura, utilizzo e stoccaggio del carbonio, nuove fonti di energia e stoccaggio, nuovi vettori di energia, bio-energia, economia circolare, mobilità sostenibile. Le start up selezionate avranno la possibilità di presentare i propri progetti ai principali attori e decisori dell'industria energetica mondiale e di avere incontri one-to-one con operatori energetici e investitori il 28 settembre a Ravenna. La selezione delle candidature sarà effettuata dalla Commissione Giudicatrice sulla base di Esperienza e capacità di squadra, Soluzione proposta e descrizione del contesto (chiarezza e solidità scientifica/tecnica), Potenziale di mercato, Strategia di marketing e mappatura della concorrenza, Flusso di entrate e credibilità finanziaria.

Call for ideas Med. OMC ha deciso di lanciare una call for ideas, finalizzata a promuovere e premiare la ricerca e l'innovazione tecnologica nei campi dell'energia sostenibile con focus sull'Alleanza della Regione Mediterranea per la Transizione Energetica, aiutando le nuove generazioni di ricercatori e giovani professionisti della Regione del Mediterraneo ad emergere, sostenendo le loro ricerche e innovazioni al fine di promuovere nuove alleanze in tutto il Mediterraneo e accelerare la transizione verso un futuro sostenibile e low carbon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la fiera Omc: tre giorni per discutere di transizione energetica e nuovi modelli di sviluppo

RavennaToday è in caricamento