menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via le riprese di “Contrasto”, la webserie di Ravenna: un’avventura fotografica alla scoperta della città e del suo territorio

La produzione doveva iniziare già nei primi mesi dell’anno, ma il progetto è stato rimandato per l’emergenza covid-19 e riparte ora

Al via le riprese della webserie "Contrasto", la prima webserie realizzata grazie al premio myRavenna dell’assessorato al Turismo che vuole raccontare i luoghi e le persone della città e del suo territorio. Nell’occasione venerdì si cercano comparse e tutti hanno l’occasione di partecipare, non ci sono limiti di età, né si chiede esperienza pregressa, la disponibilità oraria va dalle 19.30 alle 21 circa. Gli interessati possono contattare social@seriecontrasto.it per informazioni e conoscere ulteriori dettagli. Le riprese interesseranno il centro città ma spazieranno anche nelle zone circostanti fino a Marina di Ravenna, Cervia, Classe e le Valli di Comacchio.

La serie verrà distribuita tramite i canali social ufficiali di Ravenna Tourism e verrà anticipato un trailer in occasione della Notte d’Oro. Le puntate usciranno a partire dal 2021. I protagonisti sono due fotografi, molto diversi tra loro, obbligati a lavorare insieme nonostante i numerosi contrasti. Contrasti generazionali, cinematografici, tecnologici si interfacciano nella storia divisa in sette puntate, il cui pilot sarà presentato a ottobre. Jack (interpretato da Gianfranco Boattini), fotografo d’avventura, è costretto dalla propria agenzia a lavorare a un servizio sulla città di Ravenna, insieme alla figlia Tess (interpretata da Arbesa Hajdari), con cui ha una pesante rottura alle spalle. I due esplorano la città e i dintorni di foto in foto, cercando di ricucire il rapporto e completare il lavoro commissionato.

Contrasto è il progetto di Simone Pelatti, vincitore del concorso myRavenna indetto dal Comune nel 2019. Come afferma il giovane regista, l’idea di Contrasto è nata da una domanda “Perché scatto una fotografia?”, la cui ricerca di risposta ha generato diversi altri quesiti “È forse l’infinito numero di persone, con storie, aspettative e sguardi diversi, che scrivono l’immagine sfaccettata che quel luogo ha? È il contrasto tra i diversi punti di vista a rendere una fotografia, un luogo, una rapporto umano, più completo e ricco?”. La produzione doveva iniziare già nei primi mesi dell’anno, ma il progetto è stato rimandato per l’emergenza covid-19 e riparte ora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento