rotate-mobile
Cronaca

Al via una collaborazione strutturata tra Itis e Sapir

"L'operatività di un terminal portuale- spiega il professor Fabio Iezzi, coordinatore dell'indirizzo logistica- è un aspetto saliente dei nostri programmi"

Sapir e Istituto Tecnico Industriale "Nullo Baldini" di Ravenna hanno stipulato una convenzione per la realizzazione di un percorso formativo di alternanza scuola- lavoro che coinvolgerà dieci studenti del quarto anno dell'indirizzo logistica. In avvio della collaborazione, questa mattina le classi 3^ A e 4^ A logistica dell'Itis al completo hanno visitato i terminal di Sapir e Tcr in Darsena San Vitale, assistendo dal vivo, all'interno del pullman, a sbarco merci e altre operazioni portuali.

"L'operatività di un terminal portuale- spiega il professor Fabio Iezzi, coordinatore dell'indirizzo logistica- è un aspetto saliente dei nostri programmi; perciò, volendo fornire una panoramica generale dell'attività del terminal agli studenti che poi ne sperimenteranno direttamente singole fasi durante il percorso di alternanza, ne abbiamo approfittato per offrire l'esperienza della visita guidata a tutti gli allievi". Il programma dell'alternanza, predisposto d'intesa tra gli insegnanti e i responsabili dei vari servizi di Sapir, prevede per ogni studente, tra metà gennaio e metà maggio, tre settimane in azienda per complessive 120 ore ciascuno. Dopo una lezione dedicata alla formazione di base in materia di sicurezza, i ragazzi trascorreranno dieci giorni negli uffici (accettazione e accosti) e cinque nei piazzali (terminal merci varie e parco serbatoi), in modo da acquisire competenze pratiche il più possibile diversificate, a potenziamento di quelle apprese sui banchi di scuola.

Il presidente di Sapir, Matteo Casadio, commenta: "Già in passato avevamo dato disponibilità a percorsi di alternanza su richiesta delle varie Scuole ma questo sarà più impegnativo, sia per il numero di studenti coinvolti sia per la modalità con cui lo stiamo affrontando, in piena adesione alle linee guida ministeriali che prevedono la partecipazione diretta dell'impresa fin dalla fase di progettazione. Ho trovato grande disponibilità nel nostro personale, che sarà chiamato per qualche settimana a un impegno supplementare, poiché l'affiancamento degli studenti dovrà coesistere col normale svolgimento dell'attività. Questo è del resto il modo migliore affinché l'esperienza porti un concreto arricchimento di competenze agli studenti. L'intensificazione dei rapporti con la scuola e il sistema dell'istruzione e della formazione in generale, rappresenta da qualche tempo per noi una nuova priorità, anche per avvicinare la realtà del porto ai nostri ragazzi, i cittadini di domani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via una collaborazione strutturata tra Itis e Sapir

RavennaToday è in caricamento