menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alberi gratuiti nei vivai per rendere più verde il nostro territorio

Gli alberi, che sono gratuiti, possono essere richiesti anche da privati cittadini, recandosi direttamente presso una serie di vivai accreditati distribuiti in tutto il territorio

E’ ripartita per il 2021 la distribuzione gratuita di alberi forestali donati dalla regione Emilia Romagna nell'ambito del progetto “Mettiamo radici per il futuro”, che si concluderà il 15 aprile. Gli alberi, che sono gratuiti, possono essere richiesti anche da privati cittadini, recandosi direttamente presso una serie di vivai accreditati distribuiti in tutto il territorio dell’Emilia Romagna, che compileranno una ricevuta di avvenuta consegna. Le piante saranno disponibili fino a esaurimento da parte dei singoli vivai. Per contenere le emissioni di CO2 si consiglia di effettuare il ritiro presso il vivaio più vicino all’area di destinazione.

L’obiettivo di questa importante iniziativa è estendere la superficie boschiva in Emilia-Romagna grazie alla creazione di “infrastrutture verdi” nelle città, ripristinare l’ecosistema naturale in pianura sviluppando le aree boschive e le foreste in generale, realizzare nuovi boschi e piantagioni forestali in prossimità dei corsi d’acqua, riqualificare sistemi agroforestali, siepi e filari in un contesto di valorizzazione del paesaggio e di fruizione pubblica del territorio.

Questo progetto regionale avrà quindi un ruolo fondamentale anche per la lotta ai cambiamenti climatici e per il miglioramento della qualità dell’aria. Già 360mila esemplari sono stati piantati in regione, in poco più di tre mesi (dall'1 ottobre 2020 all'11 gennaio 2021) nei giardini privati e delle scuole, in aree pubbliche e private. A queste hanno contribuito anche i 5000 alberi destinati alla Pineta di Cervia nella zona distrutta dalla tromba d'aria del 10 luglio 2019 e in corso di piantagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento