La polemica: "No all'albero di Natale sponsorizzato"

"Impossibile non mettere in analogia la mancanza di fondi per questa iniziativa con l'abbondanza rilevata invece solo poche settimane fa in occasione della Notte d'Oro e il concerto di Elio e le storie tese"

No all'albero di Natale sponsorizzato. Pone il tema Nicola Grandi, consigliere Comunale di Lista per Ravenna. Che attacca: “Il regalo che l'amministrazione comunale di Ravenna ha deciso di fare alle imprese del territorio e ai nostri concittadini per il Natale ormai alle porte e' un bel bando per la sponsorizzazione dell'albero, un atto che, seppur legittimo, non brilla certo per brillantezza ed originalità”.

E critica: “Mettere in analogia la mancanza di fondi per questa iniziativa con l'abbondanza rilevata invece solo poche settimane fa in occasione della notte d'Oro e con il denaro speso per il concerto di Elio e le storie tese e' un troppo semplicistico atto di populismo a cui non mi vorrei piegare, se non fosse che e' proprio il ragionamento che ha fatto la maggioranza della gente comune con cui mi sono trovato a confrontarmi in queste ore”.

“E' chiaro che il gesto in se' non ha nulla di illegittimo ma e' altrettanto vero che pensare che l’albero di tutti, il simbolo del Natale che a memoria d’uomo da sempre brilla nella piazza del centro cittadino, venga in un certo senso “messo all’asta” per  “inserirvi cartellonistica pubblicitaria dello o degli sponsor che vorranno aderire all'iniziativa” non è certo ciò che possa definirsi un gesto di buon gusto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed infine: “L’amministrazione dovrebbe occuparsi di ricercare sponsor per manifestazioni diverse e ben più impegnative anche (e soprattutto) dal punto di vista economico, spiace ritornare nuovamente sulla questione “Notte d’oro”, ma giova ricordare in questa sede come il peso delle sponsorizzazioni per questo evento si sia in quattro anni completamente modificato: la serata di Dolcenera (2008) costò circa 85.000 euro ed il comune ne spese 30.000, quella di quest'anno (Elio) ne è costati alle casse comunali 70.000, con una riduzione del contributo degli sponsor privati che potremmo definire devastante, non era forse meglio concentrare gli sforzi su quell’iniziativa e lasciare “libero” il nostro albero?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento