rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca Alfonsine

Nasce ad Alfonsine il primo labirinto dinamico del mondo

Un’avventura iniziata quasi per gioco nel 2007 con la creazione del primo, “piccolo”, labirinto nel campo di mais

Per tutta l’estate, fino al 20 settembre dalle 16 alle 22, ad Alfonsine sarà possibile visitare un’opera assolutamente unica: il primo labirinto dinamico del mondo per dimensioni e tipologia! Un labirinto realizzato all’interno di un grande campo di mais (70mila metri quadrati), dove le persone potranno “perdersi”, e ritrovarsi, lungo i sentieri disegnati tra le piante. L’inaugurazione è fissata per mercoledì alle 16. La creazione del labirinto dinamico rappresenta un’evoluzione di quanto fatto negli anni passati dall’intraprendente Carlo Galassi, dell’omonima azienda agricola che ospita il labirinto, e, dal 2010, dall’estro creativo e visionario dell’artista del vento Luigi Berardi. 

Un’avventura iniziata quasi per gioco nel 2007 con la creazione del primo, “piccolo”, labirinto nel campo di mais. Labirinto che già nel 2008 e 2009 era cresciuto superando i 40mila metri quadrati e potendosi vantare del titolo di primo labirinto effimero d’Italia. Nel 2010 l’incontro fra Galassi e Luigi Berardi, noto artista e punto di riferimento per il disegno di labirinti anche a livello internazionale, che di anno in anno ha collaborato per connotare i labirinti con tematiche sempre più profonde e complesse.

Con “La Ruota del tempo” (labirinto 2010, 60mila metri quadrati che l’ha reso anche il più grande d’Europa, fino al 2014) si è dato inizio a un viaggio dove il pensiero filosofico e artistico che legava il tracciato cresceva in maniera direttamente proporzionale con la complessità di esso; 2011 “Il Basilisco” (80mila metri quadrati), 2012 “L’alba dell’uomo”, 2013 “Il volo dell’ape regina”, 2014 “Metamorfosi” (10mila metri quadrati) e il  2015 è culminato con “L’albero della vita”.

"Quest’anno il labirinto assume una connotazione tutta nuova rispetto alle edizioni procedenti e lo rende ancora più unico – spiega Carlo Galassi -. E’ proprio cambiata la “concezione”. Quest’anno, infatti, i viandanti potranno interagire con il percorso ostacolando gli amici o le altre fantastiche persone all’interno del tracciato. “ Sentieri Peregrini”, questo il titolo del labiritno 2016, è la base del futuro dei labirinti di mais e non avete idea di cosa vi aspetterà nel 2017". Il labirinto si trova nell’Azienda agricola Galassi Carlo in via Roma, 111. Il costo dell’ingresso al labirinto è di 8 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini (fino a 12 anni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce ad Alfonsine il primo labirinto dinamico del mondo

RavennaToday è in caricamento