Alla Sagra del tortellone raccolti 16mila euro per la lotta contro il cancro

Un contributo che verrà utilizzato a beneficio dei servizi d’assistenza gratuiti dedicati ai pazienti oncologici che frequentano l’Ospedale “Umberto I” e della ricerca scientifica

Lunedì sera i volontari dell’Associazione Sagra del Tortellone Sanpatriziese si sono ritrovati per la tradizionale serata in cui si celebrano i risultati dell’evento, giunto ad agosto alla sua trentaquattresima edizione. Alla serata era presente anche una delegazione dell’Istituto Oncologico Romagnolo, organizzazione a cui viene tradizionalmente donato il ricavato dell’iniziativa: tutti hanno tenuto a portare la propria testimonianza di gratitudine per una vicinanza che si rinnova ogni anno, dal Direttore Generale Fabrizio Miserocchi al Vicepresidente, Rositano Tarlazzi, fino a Luca Lazzarini, membro del Consiglio di amministrazione.

Al termine della serata è stato consegnato un assegno di 16.000 euro a favore della lotta contro il cancro: un contributo che verrà utilizzato a beneficio dei servizi d’assistenza gratuiti dedicati ai pazienti oncologici che frequentano l’Ospedale “Umberto I” e della ricerca scientifica portata avanti presso i laboratori dell’Istituto Tumori della Romagna di Meldola. A testimonianza dell’importanza della donazione erano presenti Claudio Dazzi, responsabile del Day Hospital Oncologico della struttura di Lugo, e Filippo Piccinini, del reparto di Fisica Sanitaria dell’Irst Irccs.

"Ringrazio Luana, Renzo, Melo, Angelo e tutti gli organizzatori della Sagra per questo invito – ha affermato Piccinini – San Patrizio è un paese che ricorderò sempre con affetto per tante emozioni: forse alcuni di voi si ricordano di me quando giocavo qui a calcio in prima squadra. Sono cresciuto all’Università di Bologna, per il Dottorato ho vissuto in Svizzera e sono tornato in Italia per portare le conoscenze acquisite e metterle in pratica nelle nostre strutture. Recentemente, grazie a grossi investimenti della nostra struttura, siamo riusciti a fare importanti passi avanti: siamo in grado di riprodurre in laboratorio il tumore di un paziente specifico e di testare su quella neoplasia trattamenti radioterapici e farmaci chemioterapici per capire quale può essere la miglior cura personalizzata. Tutto questo ha un costo, ma grazie a persone come voi che sostengono la ricerca possiamo donare speranza a chi ne ha bisogno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della serata è arrivata un’altra donazione all’Istituto Oncologico Romagnolo: quella della Uisp Territoriale Faenza-Imola, che in occasione della Sagra del Tortellone Sanpatriziese organizza ogni anno un raduno cicloturistico. L’offerta, pari a 648 euro, andrà anch’essa a sostenere la ricerca oncologica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

  • Finisce con le ruote nello scavo del cantiere stradale e si schianta contro un escavatore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento