rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Lugo

Allagamenti nella Bassa Romagna, "migliorare la rete scolante"

All'indomani dell'ultima emergenza dovuta al maltempo che ha colpito il territorio, il presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna è intervenuto per commentare le modalità con cui le forze coinvolte hanno gestito gli eventi

All’indomani dell’ultima emergenza dovuta al maltempo che ha colpito il territorio, il presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna è intervenuto per commentare le modalità con cui le forze coinvolte hanno gestito gli eventi.

“Questa emergenza è stata gestita con un lavoro di squadra tra le amministrazioni e gli enti preposti – ha sottolineato Piovaccari -. Tutte le amministrazioni della Bassa Romagna hanno garantito, fin dalle prime ore dell'emergenza, la massima presenza soprattutto nei luoghi di maggiore criticità. La Regione Emilia-Romagna presenterà allo Stato la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza per calamità naturale, per questo motivo tutti i nostri uffici sono impegnati nella ricognizione dei danni al patrimonio pubblico e privato che dovranno essere forniti entro il prossimo mercoledì. È importante, come ricordato dal Prefetto in questi giorni, che i vari enti che si occupano della fornitura di servizi essenziali (acqua, luce, gas) siano maggiormente coinvolti sui tavoli delle emergenze per garantire interventi più puntuali e celeri nelle situazioni di maggior disagio per la popolazione. A partire dai prossimi giorni ragioneremo anche sul futuro del nostro servizio di Protezione civile, per correggere le criticità emerse durante questi giorni, in modo migliorare la risposta della nostra macchina organizzativa a queste situazioni purtroppo sempre più frequenti.
 

A differenza degli episodi precedenti, questa volta la maggiori problematiche hanno riguardato la rete scolante e non i fiumi. I fossi non tiravano più e le vasche di laminazione presenti erano colme oltre la loro massima capienza. L'impegno che abbiamo chiesto alla Regione nell'incontro di sabato mattina è quello di mettere in campo fin da subito un piano di interventi strutturali sulla rete di bonifica, senza però dimenticare gli investimenti sulla sicurezza dei fiumi, a partire dal completamento delle casse di espansione di Riolo Terme"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagamenti nella Bassa Romagna, "migliorare la rete scolante"

RavennaToday è in caricamento