menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cervia, il mare rompe le dune: danni agli stabilimenti balneari. Scuole chiuse

La situazioni più critiche si sono registrate a Cervia in via Nazario Sauro e nella zona del Borgo Marina, a Milano Marittima tra il viale Oriani e la 17esima traversa e a Pinarella nella Pineta

Anche se per il momento la situazione si sta normalizzando e si sta ripristinando la normale viabilità, l'emergenza non è terminata. Anche Cervia in queste ore sta facendo i conti con la fortissima ondata di maltempo. La Protezione civile ha emanato un'allerta meteo di allarme per lo stato del mare e la criticità idraulica nel nostro territorio. La situazioni più critiche si sono registrate a Cervia in via Nazario Sauro e nella zona del Borgo Marina, a Milano Marittima tra il viale Oriani e la 17esima traversa e a Pinarella nella Pineta.

La duna in molti punti si è rotta, provocando danni anche agli stabilimenti balneari, in tre casi compromettendone la stabilità, in particolare a Milano Marittima e in parte anche a Tagliata. Danni ingenti anche al patrimonio verde con circa 200 alberi caduti in particolare è drammatica la situazione nella pineta di Pinarella, ma è grave anche all'Anello del Pino e in diversi viali del territorio. Alcune zone vicine al Canale Cupa sono allagate e l'acqua ha raggiunto le abitazioni.

Nel comune di Cervia le scuole rimarranno chiuse per la giornata di sabato 7 febbraio. Nel forese le situazioni più critiche riguardano il canale del consorzio nelle zone di Montaletto, Villa Inferno e Sant'Andrea e altri canali dell'entroterra che hanno tracimato in alcuni tratti. E' vietato l'accesso a Porto canale; ai moli e ai moli del Porto turistico; nelle aree costituite dalla pineta di Pinarella comprese fra l'arenile e viale Italia; nelle aree demaniali ricomprese nell'arenile di Milano Marittima e Tagliata e comunque nelle aree in cui si notano danni agli stabilimenti o ad altre strutture.

Numerosi i mezzi operanti nel territorio: quaatro camion di sabbia per gli argini dei canali di scolo, tre mezzi con pompe idrovore, 2 camion con sacchi di sabbia di cui ne sono stati  distribuiti 2.000, 1 mezzo segnaletica. Sono circa 80 le persone sul territorio che stanno operando per l'emergenza, monitorando e sorvegliando costantemente il territorio. E' necessario dunque che tutti i cittadini prestino particolare attenzione alla situazione della zona in cui abitano o svolgono attività e ai luoghi del territorio più soggetti alle criticità idrauliche oppure dello stato del mare. Come negli altri comuni, le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse nella giornata di sabato.

L'amministrazione comunale "raccomanda di prestare la massima attenzione, evitando di transitare ad ogni costo se si ravvisano allagamenti e di attivare misure di autoprotezione come richiesta di sacchi di sabbia se le abitazioni sono in situazioni di criticità idrica rivolgendosi alla Polizia municipale (0544979251). Si consiglia di mantenersi costantemente informati sull'evolversi della situazione, prestando attenzione agli avvisi e alla comunicazioni diffuse attraverso i mezzi di comunicazione: comune:www.comunecervia.it; Facebook del comune: www.facebook.com/comunedicervia; e agenzia regionale di Protezione civile: protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento