rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Squarci profondi in mezzo alla strada: dopo l'alluvione ora il rischio voragini

Particolarmente significativa quella che si è verificata in via Corleto a Faenza, dove la strada è crollata da un lato all'altro creando uno squarcio profondo all'altezza del Canale Emiliano Romagnolo

Nel Ravennate l'emergenza non è ancora finita. A Conselice, ma anche a Fornace Zarattini, si prevede che l'acqua rimarrà alta nelle case e nel paese ancora per una decina di giorni. In altri posti, come ad Alfonsine, la notte scorsa sono state disposte nuove evacuazioni. In diverse località si è passati alla "fase due", quella della pulizia dal fango e dai rifiuti ingombranti.

Ma c'è anche un altro pericolo: quello delle voragini in strada. Già diverse quelle che si sono aperte nei giorni scorsi nel Forlivese, ma alcune sono state segnalate anche nella nostra provincia. Particolarmente significativa quella che si è verificata in via Corleto a Faenza, dove la strada è crollata da un lato all'altro creando uno squarcio profondo all'altezza del Canale Emiliano Romagnolo, causando grossi disagi agli abitanti della zona, che devono aggirare tutta Reda e percorrere diversi chilometri anche per fare rifornimenti di acqua e cibo.

In tutta Faenza e nelle immediate vicinanze si lavora a stretto giro per ripristinare quanto prima la viabilità urbana ed extraurbana. Nel solo comune manfredo sono ancora una quarantina le strade chiuse al traffico, oltre a cinque provinciali e cinque ponti. Ancora chiuse o interessate da provvedimenti, tra le altre, le vie del Borgo immediatamente vicine al fiume Lamone quali via Ragazzini, via Cimatti, via D’Azeglio, e via Silvio Pellico, quindi via S.Martino, via Fabbrerie, via Fossolo, via del Fiume, via Canovetta, via Montebrullo e via Uccellina. E ancora via Strocca di San Biagio, via Pergola, via Tebano, via Lapi, via del Palazzo, la salita di Oriolo, via Celletta e via Celle. Identica la situazione in via Samoggia, via Castel Raniero, via Ponte Romano, via Firenze, via S.Domenico di Cesato, via Costa, via Chiarini, via Mura Mittarelli, via Monti Coralli, via Rio Biscia e via Cesarolo.

Per ciascuna di queste, sono in corso verifiche e lavori di ripristino che potrebbero modificare i provvedimenti di ora in ora. Nel frattempo sono state riaperte via Argine Montone, via Bianzarda di Corleto, via Pianetta e via Cascinetto, oltre a via Milzetta e un tratto di via Parlanta. Restano chiusi fino a nuova comunicazione ufficiale i cinque ponti tra i quali si segnalano il Ponte Verde, il Ponte delle Grazie e il Ponte Bambocce a Formellino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Squarci profondi in mezzo alla strada: dopo l'alluvione ora il rischio voragini

RavennaToday è in caricamento