rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Alluvione, il punto: interventi urgenti per difesa della costa, strade e ponti

Nel frattempo la Protezione civile ha disposto la cessazione di fase di allarme e il mantenimento della fase di preallarme per il ravennate, attivando la fase di attenzione per vento forte fino alle 9 di lunedì Il rischio di forti mareggiate è ancora alto.

Domenica pomeriggio si è riunita la giunta di Ravenna per fare il punto sull'alluvione che ha colpito il litorale. Tra gli argomenti della riunione gli interventi più urgenti da assumere nell'immediato e l'iter della richiesta dello stato di emergenza per calamità naturale. Nel frattempo la Protezione civile ha disposto la cessazione di fase di allarme e il mantenimento della fase di preallarme per il ravennate, attivando la fase di attenzione per vento forte fino alle 9 di lunedì Il rischio di forti mareggiate è ancora alto.

A scopo precauzionale il sindaco Fabrizio Matteucci ha deciso di non revocare l'ordinanza di evacuazione di Lido di Savio. "Sempre per motivi di sicurezza - rende noto il primo cittadino - è ancora in vigore la mia ordinanza che dispone il divieto di accesso alle pinete comunali e rinnovo l'invito ai cittadini alla prudenza nella circolazione stradale e a non frequentare i parchi pubblici: il vento previsto in queste ore e la grande pioggia che ha infradiciato il terreno, provocano condizioni di instabilità delle piante e possono causare la caduta di alberi. Tutto regolare per quanto riguarda invece le scuole di ogni ordine e grado: domani l'attività didattica riprenderà regolarmente".

Il sindaco annuncia inoltre che è stato "individuato nel ripristino delle opere a difesa della spiaggia, delle condizioni di alcune strade e di alcuni ponti gli interventi di somma urgenza. Nelle prossime ore stileremo un elenco dettagliato". Durante la giunta è stato affrontato la questione della richiesta di stato d'emergenza per calamità naturale.

"Siamo in costante contatto con il Presidente della Regione Bonaccini per definire la pratica di richiesta nel dettaglio - rende noto Matteucci -. Lunedì pomeriggio incontreremo alle 14,30 i rappresentanti delle categorie economiche; alle 17 i Presidenti delle Consulte Territoriali per fare un primo giro di ricognizione sull'entità dei danni alle imprese e alle opere pubbliche".

Conclude il sindaco: "Per quanto riguarda il nostro Comune, studieremo forme di sostegno alle imprese coinvolgendo gli istituti bancari locali e forme di agevolazione e velocizzazione  delle pratiche burocratiche e urbanistiche che tengano conto delle necessità delle imprese colpite duramente dal maltempo di effettuare gli interventi necessari per riprendere l'attività. Un immenso grazie alle centinaia di “Angeli del fango”  all’opera domenica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, il punto: interventi urgenti per difesa della costa, strade e ponti

RavennaToday è in caricamento