Cronaca

Ambiente, l'inceneritore di via Baiona arriva in consiglio comunale

Il movimento Articolo 1 - Movimento democratico progressista ha presentato un'interrogazione in consiglio comunale per chiedere spiegazioni sull'inceneritore di via Baiona

"Chiediamo all'Amministrazione Comunale informazioni dettagliate in merito alla ristrutturazione e all' ampliamento dell'impianto ''F3'' di incenerimento di rifiuti industriali speciali e pericolosi, che si trova nella zona industriale di via Baiona e chiediamo fin da subito che la procedura di Via preveda momenti adeguati di informazione e discussione con i cittadini e le associazioni interessate". Il movimento Articolo 1 - Movimento democratico progressista ha presentato un'interrogazione in consiglio comunale per chiedere spiegazioni sull'inceneritore di via Baiona.

"Nei fatti, la società Hera Ambiente ha presentato un progetto per la procedura di valutazione di impatto ambientale prevista dalla Legge di ristrutturazione e un ampliamento da 40.000 a 50.000 tonnellate/anno dell'impianto - spiegano i consiglieri - Chiediamo inoltre all'amministrazione comunale quali siano le garanzie attuali della chiusura dell'impianto di “ termovalorizzazione “ denominato Ire posto accanto alla discarica per Rifiuti Solidi Urbani (Rsu) e Rifiuti Speciali Assimilati di via Romea Nord previsto dalla Pianificazione regionale sui rifiuti per il 2019 e dal programma di mandato del sindaco. E' indispensabile che l'inceneritore dell'impianto Ire sia fermato definitivamente nel 2019, non solo perché è prevista per questa data l'interruzione dello smaltimento dei Rifiuti Urbani per questo stabilimento dalla Regione Emilia-Romagna e perché corrisponde a un preciso obiettivo di questa Amministrazione, ma soprattutto perché si tratta di un impianto ormai antiquato non più in linea con le migliori tecniche disponibili in termini di emissioni e ampiamente ammortizzato in termini costi aziendali, e perché non è possibile accettare di mantenere un impianto di quella portata e caratteristiche al servizio esclusivo di rifiuti speciali provenienti da fuori Regione Emilia-Romagna. La sostenibilità ambientale sia il principale punto di riferimento per qualsiasi progetto di impianto industriale e specialmente per la ristrutturazione dell' impianto F3 (come richiesto dal Piano regionale per la qualità dell'aria, Pair 2020), al fine di migliorare il livello delle emissioni atmosferiche (Polveri, Nox, CO2 ecc) e la qualità dell'aria del nostro territorio. Si superino progressivamente, infine, le vecchie tecnologie di smaltimento (discariche e inceneritori) e si proceda verso un' economia circolare con un reale recupero di materia e risparmio di energia. Per questo obbiettivo ormai le tecnologie sono disponibili e sperimentate in Italia e in Europa: solo così si rende lo sviluppo davvero sostenibile che tenga insieme lavoro, ambiente e salute".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente, l'inceneritore di via Baiona arriva in consiglio comunale

RavennaToday è in caricamento