rotate-mobile
Cronaca Bagnacavallo

Anagrafe nazionale della popolazione residente, Bagnacavallo capofila

Bagnacavallo è il Comune pilota scelto, assieme a Cesena, per testare il funzionamento dell'Anpr, l'Anagrafe nazionale della popolazione residente

Bagnacavallo è il Comune pilota scelto, assieme a Cesena, per testare il funzionamento dell'Anpr, l'Anagrafe nazionale della popolazione residente, che entro il 2016 prenderà il posto delle oltre ottomila anagrafi dei Comuni italiani, costituendo un riferimento unico per la pubblica amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. 

Di questo si è parlato in mattinata in Municipio nel corso di un incontro tra il sindaco Eleonora Proni e l'assessore Elena Verna con Guido Pera, responsabile dei Servizi Anagrafici e Demografici dell'Agid (Agenzia per l'Italia Digitale). Erano presenti Romano Minardi, responsabile dei Servizi Demografici del Comune e della sperimentazione del nuovo servizio, Mara Dellasantina di Data Management, fornitrice del software, Marco Bianchi e Albenzio Cirillo di Agid.

Con l'Anpr si realizza un'unica banca dati con le informazioni anagrafiche della popolazione residente a cui faranno riferimento non soltanto i Comuni, ma l'intera pubblica amministrazione e tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi. Protagonisti del progetto, oltre ai Comuni, sono il Ministero dell'Interno, Agid, Istat, Anci e Sogei in qualità di partner tecnologico.
Una volta a regime, l'Anpr consentirà la realizzazione della carta d'identità elettronica e del domicilio digitale, dando modo all'Italia di allinearsi agli standard europei quanto a digitalizzazione della pubblica amministrazione. I certificati e le visure anagrafiche potranno essere richiesti dai cittadini in qualsiasi Comune e non soltanto presso quello di residenza.
Entro il 14 dicembre i dati dell'anagrafe comunale di Bagnacavallo subentreranno nell'Anpr e nelle settimane successive verrà testato il sistema informatico di gestione di iscrizioni, cancellazioni e variazioni anagrafiche. In seguito, avvalendosi dell'esperienza di Bagnacavallo e Cesena, gli altri ventitré Comuni pilota in Italia (tra i quali Faenza) porteranno avanti la sperimentazione su scale demografiche diverse. Tutti gli altri Comuni italiani subentreranno poi nell'Anpr entro il 2016.

Guido Pera ha ringraziato il sindaco Eleonora Proni per l'impegno che il Comune di Bagnacavallo si è assunto e ha assicurato il pieno supporto dell'Agid per la positiva conclusione del progetto.
Il sindaco ha espresso dal canto suo soddisfazione per la scelta di Bagnacavallo come capofila nazionale della sperimentazione dell'Anpr, sottolineando «la vocazione del nostro Comune all'innovazione e alla costante ricerca della migliore efficienza dei servizi per i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagrafe nazionale della popolazione residente, Bagnacavallo capofila

RavennaToday è in caricamento