Cronaca

Anche a Ravenna arriva "Cibo Amico": nella mensa aziendale si recuperano i pasti a scopo benefico

Il progetto di Hera, che compie 13 anni, giunge anche a Ravenna: permetterà di recuperare i pasti non consumati in mensa e di donarli ai meno fortunati

Una buona notizia in occasione della Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare del 5 febbraio: recentemente è partito anche a Ravenna CiboAmico, il progetto nato 13 anni fa dalla collaborazione tra il Gruppo Hera con Last Minute Market, impresa sociale e società spin off dell’Università di Bologna che promuove la lotta allo spreco e la sostenibilità ambientale. Il progetto, infatti, è pensato nell’ottica della lotta allo spreco alimentare e della transizione verso un’economia circolare, con benefici di tipo economico e ambientale ma anche sociale, attraverso la donazione dei pasti recuperati a enti no-profit.

Alla luce dei positivi risultati raggiunti, CiboAmico, che finora ha coinvolto cinque mense emiliano-romagnole della multiutility (Bologna, Granarolo dell’Emilia, Imola, Rimini e Ferrara), recentemente è stato esteso anche a Ravenna. I pasti recuperati dalla sede Hera di via Romea Nord vengono infatti consegnati all’Associazione Volontariato San Rocco, che assiste ogni giorno persone in condizione di disagio e ha attivo un servizio mensa in grado di erogare 240 pasti al giorno.

In 13 anni CiboAmico ha consentito di recuperarne circa 120 mila, per un valore totale di oltre 492 mila euro, evitando la produzione di oltre 52 tonnellate di rifiuti (corrispondenti a oltre 113 cassonetti) e l’emissione di circa 220 tonnellate di CO2. Senza contare i consumi di acqua, energia e terreno che sarebbero stati necessari per confezionare quei pasti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Ravenna arriva "Cibo Amico": nella mensa aziendale si recuperano i pasti a scopo benefico
RavennaToday è in caricamento