menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche il 15esimo Stormo al decennale della scomparsa degli "Angeli del Cielo"

Alla celebrazione della messa officiata dal cappellano Militare Don Marco, è seguita la deposizione di una corona floreale sul luogo dell’incidente (Lisle-en-Borroi).

Decennale della scomparsa degli otto militari dell’Aeronautica precipitati sul suolo francese nel 2008 a bordo di un HH-3F. L’incidente avvenne durante un volo di trasferimento in Belgio, dove l’equipaggio avrebbe dovuto prendere parte ad una esercitazione. La cerimonia ha visto le autorità militari e i famigliari partecipare con coinvolgimento ed emozione al ricordo delle vittime. Alla celebrazione della messa officiata dal cappellano Militare Don Marco, è seguita la deposizione di una corona floreale sul luogo dell’incidente (Lisle-en-Borroi).

La cerimonia, presieduta dal Comandante del Forze Speciali e di Supporto (CFSS) Gen di Divisione Aerea Gianpaolo Miniscalco, si è svolta all’insegna della semplicità e riservatezza con la partecipazione così come voluto dai famigliari presenti. A rendere gli onori al ricordo dei militari erano presenti il comandante della nona Brigata Aerea Istar (Intelligence, surveillance, target acquisition and reconnaissance – electronic warfare), comandante del 15esimo stormo, il comandante dell’84esimo Centro C/SAR (Combat Search and Rescue), le associazioni combattentistiche francesi e i rappresentanti dell’Associazione Gente del 15esimo. Mercoledì, all’Aeroporto Ramirez di Gioia del Colle, dove ha sede l’84esimo Centro C/Sar (Combat Search and Rescue), si è svolta una ulteriore Cerimonia intima per mantenere vivo il ricordo delle vittime dell’incidente in Francia. La commemorazione è proseguita con  la deposizione di una corona presso il monumento eretto a memoria dei Caduti costituito da un masso di pietra, su cui è posata una statua della Madonna di Loreto, circondato da otto alberi di alloro. 

Il 15esimo Stormo dell’Aeronautica Militare dipende dal Comando Squadra Aerea per tramite del comando Forze Speciali e di Supporto . Attualmente è lo Stormo più grande dell’Aeronautica Militare costituito da 7 Gruppi Volo dislocati su tutto il territorio Nazionale. Garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, nonché concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, l’attività di antincendio boschivo nonché le missioni Slow Mover Interception (SMI) in occasione di grandi eventi. Il livello addestrativo degli equipaggi, le caratteristiche delle macchine in dotazione nonché l'impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l'utilizzo di visori notturni, fanno spesso dell’Aeronautica Militare l’unica componente in grado di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse grazie, ad esempio, alla capacità d’impiego di giorno, di notte e in condizioni meteo marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento