rotate-mobile
Cronaca

L'alluvione fa crollare l'arrivo dei turisti a maggio: più che dimezzati sull'appennino

A smorzare il trend positivo dei primi mesi dell'anno è l'aggiornamento del mese di maggio: su scala provinciale si registra una brusca frenata, con un -26% rispetto al 2022 e un -24,6% rispetto al 2019 pre-Covid

Un 2023 in chiave turistica che era cominciato con il vento in poppa, ma con la pubblicazione dei dati relativi al mese di maggio si iniziano a osservare gli effetti provocati dall’alluvione. E’ quanto emerge dai numeri pubblicati nel report statistico sul turismo della Regione Emilia Romagna.

I primi cinque mesi dell’anno fanno registrare globalmente su scala provinciale 350.150 turisti, con un +8,3% rispetto al 2022. Ma a smorzare il trend è l’aggiornamento del mese di maggio: su scala provinciale si registra una brusca frenata, con un -26% rispetto al 2022 e un -24,6% rispetto al 2019 pre-Covid.

Turismo più che dimezzato sull'appennino

E pensare che tutti i mesi erano, su scala provinciale, in netto miglioramento. Dopo un gennaio da +53,1% spinto da eventi natalizi e fiere (31.876 turisti), erano andati piuttosto bene anche gli altri mesi dell’anno: +30,6% a febbraio, +41,6% a marzo e +23,4% ad aprile. I trend provinciali si rispecchiano anche nei Comuni: la città di Ravenna, sempre in crescita nel 2023, a maggio fa registrare un -15,9% di arrivi, con una differenza però: il turismo italiano segna un -25,9%, quello straniero è in positivo con un +14,1%, che sta a significare che chi era nel ravennate nei giorni dell’alluvione o aveva già prenotato il viaggio ha proseguito nelle sue vacanze.

Calo di turisti molto importante anche a Faenza, una delle città più colpite dall'alluvione, con un -38,2%, e a Cervia, con un -31,6%. Più che dimezzato il turismo sui paesi appenninici, che hanno registrato gravi danni a causa soprattutto delle frane: a Riolo Terme -66% e a Casola Valsenio -62,2%, mentre Brisighella si "accontenta" di un -31,4%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alluvione fa crollare l'arrivo dei turisti a maggio: più che dimezzati sull'appennino

RavennaToday è in caricamento