menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patuelli a Salotto blu: "La Romagna è la California d'Europa, grandi opportunità ma servono infrastrutture"

Antonio Patuelli, Presidente della Associazione Bancaria Italiana e della Cassa di Ravenna, è stato intervistato da Mario Russomanno per la trasmissione Salotto Blu

Antonio Patuelli, Presidente della Associazione Bancaria Italiana e della Cassa di Ravenna, è stato intervistato da Mario Russomanno per la trasmissione Salotto Blu che andrà in onda su VideoRegione domenica alle 22,30 esprimendosi in merito a diversi temi di attualità. Qui anticipiamo alcune delle sue riflessioni. Il ruolo dell' Europa? "Non è certo messo in discussione da un episodio, per quanto  vergognoso, come quello della mancanza di rispetto di Erdogan nei confronti della Presidente Von Der Leyen. In riferimento poi all'approvvigionamento dei vaccini, vicenda che indubbiamente ha fatto registrare errori, l'Italia da sola avrebbe potuto avere un qualche potere contrattuale?".

Il sistema bancario italiano? "Dopo due grandi crisi, quella finanziaria e quella sanitaria, si presenta comunque solido, costituirà una risorsa per la ripresa. Soprattutto se saprà mantenere autonomia dalla politica e distinzione operativa dagli altri comparti economici. Nella storia italiana l'aver talvolta dimenticato tali principi ha determinato disastri". Il localismo bancario? "E' sempre un valore ma oggi l'idea di prossimità è in gran parte sostituita da quella di velocità nelle decisioni e nelle risposte, è questo che serve alle imprese".

E per quanto riguarda il futuro della Romagna ? "Non credo a una definizione amministrativa della nostra terra, penso invece che essa potrà avere ulteriori opportunità di sviluppo e benessere nel post pandemia. Molte abitudini e mestieri cambieranno, le grandi città dovranno in parte essere ripensate. La Romagna ha qualità della vita, ambiente e giacimenti culturali unici nel panorama europeo, dinamicità imprenditoriale e attitudine storica alla integrazione di culture ed esperienze diverse. Chi viaggia sa quanto la Romagna sia apprezzata ma sa anche quanto oggi la differenza venga fatta da infrastrutture e velocità di spostamento. E' su questi campi che si gioca la partita".     
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento