Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Lugo / Viale Dante

Scaraventata a terra dopo lo scippo: preso il rapinatore dell'anziana

"Non ci sono parole per descrivere la barbarie di chi commette simili gesti", ha dichiarato Davide Ranalli, sindaco di Lugo

Gli agenti della Squadra Mobile di Ravenna, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, affiancati dal personale del Commissariato di Polizia di Lugo e dagli agenti della Polizia Municipale della Bassa Romagna, hanno assicurato alla giustizia il responsabile del violento scippo subìto martedì pomeriggio a Lugo in viale Dante da un'anziana di 78 anni, ora ricoverata in gravi condizioni in Rianimazione. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, la donna stava passeggiando insieme alla badante, quando è stata avvicinata alle spalle da un individuo, che le ha strappato con violenza la catenina che indossava al collo. La malcapitata è stata spintonata a terra, battendo col capo sull'asfalto. Subito è stata soccorsa dai sanitari del 118, che l'hanno trasportata con urgenza all'ospedale.

Le prime informazioni

Un equipaggio della Polizia Municipale dell’Unione della Bassa Romagna è immediatamente intervenuto sul posto e dopo aver soccorso la donna, ha raccolto le testimonianze di alcuni cittadini presenti all’accaduto, che hanno fornito preziose e dettagliate informazioni sull’autore del reato. Vista la gravità del fatto e per gli ulteriori sviluppi delle indagini sono stati coinvolti anche i poliziotti del Commissariato di Lugo e della Squadra Mobile di Ravenna. Gli investigatori del gruppo di lavoro, coordinati dal pubblico ministero Monica Gargiulo, hanno iniziato una intensa attività di indagine basata sull’ottima conoscenza del territorio e sull’accurata descrizione del rapinatore raccolta nell’immediatezza del fatto.

La cattura

Da segnalazioni pervenute alle gorze dell’ordine e di Polizia, gli investigatori hanno accertato che, nei giorni scorsi era stato notato un giovane corrispondente alle descrizioni, girovagare in compagnia di una donna per le vie adiacenti a quella dove è accaduto il fatto. Le indagini hanno permesso di individuare un’abitazione condominiale dove sono stati visti più volte entrare ed uscire una donna ed un extracomunitario corrispondente alle descrizioni.

Dalle verifiche effettuate nel predetto complesso abitativo, non sono risultate persone straniere residenti. Localizzato l’appartamento sospetto, mercoledì sera alle 21 è scattato il blitz, i poliziotti hanno fatto irruzione nell’abitazione sorprendendo al suo interno uno straniero e una donna. L’uomo, un cittadino tunisino di 35 anni non in regola con le norme sul soggiorno e senza fissa dimora, al momento dell’irruzione vestiva degl’abiti compatibili a quelli descritti dai testimoni della rapina. Il 35enne è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria e si trova ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il commento del sindaco

"Non ci sono parole per descrivere la barbarie di chi commette simili gesti - ha dichiarato Davide Ranalli, sindaco di Lugo -. Ci complimentiamo con la Polizia di Stato, la nostra Polizia municipale e tutte le Forze dell'ordine che con un lavoro sinergico sono riuscite a individuare e catturare in poche ore il colpevole, e ora ci auguriamo che la giustizia possa fare il suo corso e punire il responsabile con le massime pene previste dalla legge”.

“La sicurezza è un interesse supremo della collettività e per questo responsabilità dello Stato. Questa giunta è impegnata da tempo nel cercare di contrastare i reati sul nostro territorio, di qualsiasi natura essi siano - ha sottolineato il sindaco Daniele Bassi, referente per la Sicurezza -. Abbiamo sempre posto massima priorità al tema della sicurezza, mettendo in campo risorse e impegno costante: abbiamo aumentato il personale di Polizia municipale, abbiamo implementato il sistema di videosorveglianza, abbiamo investito nel progetto per la realizzazione dei varchi d’accesso al territorio e abbiamo promosso decine di incontri informativi in tutti i comuni e nelle frazioni. Purtroppo quanto successo non si può cancellare, per questo ci auguriamo che la giustizia possa emettere una pena esemplare nei confronti di chi, senza mostrare il minimo rispetto per il prossimo e per i più deboli, ha commesso un crimine di tale disumanità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaraventata a terra dopo lo scippo: preso il rapinatore dell'anziana

RavennaToday è in caricamento