Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Ricoverato per un formicolio ai piedi muore in ospedale: aperta un'indagine

I parenti lamentano "ritardi nella diagnosi" e una "condotta attendista dei sanitari", sostenendo che il decesso sarebbe avvenuto per "un'intossicazione da farmaci"

Un fascicolo di indagine è stato aperto in Procura a Ravenna in seguito alla denuncia dei familiari di un 82enne morto il 20 dicembre all'ospedale "Umberto I" di Lugo. L'esposto dei parenti, assistiti dall'avvocato Chiara Rinaldi, chiede il sequestro della documentazione clinica, lamentando "ritardi nella diagnosi" e "una condotta attendista dei sanitari" e sostenendo che il decesso sarebbe avvenuto per "un'intossicazione da farmaci". Le indagini sono dei carabinieri di Lugo, coordinati dal pm Marilù Gattelli.

Secondo quanto riferito dai familiari, come riporta l'Ansa, l'anziano era stato ricoverato il 21 novembre dopo una caduta per un formicolio a un piede. In pronto soccorso venne accertata un'insufficienza renale e il giorno dopo un un farmaco gastroprotettore gli avrebbe scatenato una reazione allergica. L'82enne da quel momento è rimasto ricoverato e le sue condizioni sono andate via via peggiorando senza che fosse stata fatta una diagnosi precisa, sostiene la famiglia, e in particolare senza un accertamento cardiologico suggerito dagli stessi medici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverato per un formicolio ai piedi muore in ospedale: aperta un'indagine

RavennaToday è in caricamento