menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato a Cervia e ucciso a Dachau: una targa per ricordare Silvio Wertheimer

"La cerimonia non è solo un gesto simbolico, ma esprime l’essenza profonda di Cervia, che si fonda sui valori della libertà, del rispetto per l’essere umano, del multiculturalismo e del pluralismo etnico e religioso"

Mercoledì mattina l’Amministrazione comunale di Cervia ha onorato il Giorno della Memoria con lo scoprimento della targa, in Piazza Carlo Pisacane nel retro del Palazzo comunale, dedicata a Silvio Wertheimer, ebreo arrestato a Cervia il 26 maggio 1944 e ucciso a Dachau il 5 dicembre 1944. Erano presenti il sindaco di Cervia Massimo Medri e lo scrittore ebreo Roberto Matatia, molto legato a Cervia, che coi suoi libri e le sue iniziative si è sempre impegnato a tenere viva la memoria sugli orrori del nazismo e del fascismo, delle leggi razziali, della Shoah, dei campi di concentramento e gli stermini di massa.

"La cerimonia non è solo un gesto simbolico, ma esprime l’essenza profonda di Cervia, che si fonda sui valori della libertà, del rispetto per l’essere umano, del multiculturalismo e del pluralismo etnico e religioso - ha commentato Medri - Le dittature del nazismo e del fascismo, le leggi razziali, le deportazioni nei campi di concentramento, gli stermini di massa, sono il periodo più buio della storia umana. Noi abbiamo il dovere morale di continuare sempre ad indignarci e a far sentire forte le nostre voci, affinché non si dimentichi, non si minimizzi, non si neghi quanto è avvenuto e, come scriveva Primo Levi, a meditare “che questo è stato”. Occorre farne tesoro per diffondere una memoria che non deve essere cancellata, per trasmetterla alle generazioni più giovani e tramandare loro la consapevolezza che una persona vive di diritti eguali e inviolabili e che nessuno può essere discriminato a causa del sesso, della razza, della religione, del ceto sociale. Ringrazio lo scrittore Roberto Matatia che ha voluto condividere con noi questo momento così significativo per la nostra città".

"E’ anche da piccoli gesti che si mantiene viva la memoria e sono onorato di essere qui a scoprire la targa dedicata a Silvio Wertheimer, uno dei milioni di ebrei che furono uccisi nei campi di sterminio - ha aggiunto Matatia - Sono molto legato a Cervia, perché fin da piccolo è stato il luogo delle mie vacanze e lo è tuttora, di questa località oltre alla dinamicità turistica, ho sempre apprezzato il tessuto civile e sociale, ricco di quei valori fondanti la nostra democrazia".

Sindaco e Matatia-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento