Cronaca

Arrestato nel 2012 si rese irreperibile dopo la prova ai servizi sociali: ricercato in manette

Divenuta esecutiva la sentenza e ricevuto il decreto di sospensione della stessa, il condannato chiese di beneficiare dell’Affidamento in Prova ai Servizi Sociali, rendendosi poi irreperibile

La Polizia di Stato ha arrestato un 45enne tunisino, domiciliato a Fusignano, che nel 2012 venne tratto in arresto dai Carabinieri della stazione di Fusignano perché si rese responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia, lesioni personali e violazione del Testo unico dell’Immigrazione. Per tali fatti la sezione Distaccata di Lugo del Tribunale di Ravenna lo condannò alla pena di due anni, 4 mesi e 9 giorni di reclusione. Divenuta esecutiva la sentenza e ricevuto il decreto di sospensione della stessa, il condannato chiese di beneficiare dell’Affidamento in Prova ai Servizi Sociali, rendendosi poi irreperibile. Poiché il Tribunale di Sorveglianza di Bologna, il 4 settembre scorso, ha rigettato la richiesta del beneficio visto il suo stato di latitanza, l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della repubblica di Ravenna ha emesso l’ordine di esecuzione per la carcerazione. Mercoledì mattina gli agenti della Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura hanno rintracciato lo straniero in un albergo della città e lo hanno dichiarato in arresto. Il 45enne, dopo le formalità di legge, è stato condotto al carcere di Ravenna, dove sconterà la condanna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato nel 2012 si rese irreperibile dopo la prova ai servizi sociali: ricercato in manette

RavennaToday è in caricamento