Auto sospetta, i Carabinieri intimano l'alt: a bordo vi era un ricercato

I Carabinieri hanno arrestato un 33enne proveniente dal modenese che era ricercato da marzo

Durante un servizio di controllo del territorio finalizzato a contrastare i furti in abitazione nella zona di Casola Valsenio, i carabinieri hanno arrestato un 33enne proveniente dal modenese che era ricercato da marzo per una condanna ad otto mesi di carcere ancora da scontare. L’arresto risale ad alcuni giorni fa, quando una pattuglia dell'Arma della località collinare ha notato un’auto sospetta circolare a lenta andatura lungo la Provinciale 306, in prossimità di alcune abitazioni.

I militari, ipotizzando che le due persone a bordo di quell’auto avessero cattive intenzioni, hanno intimato l’alt. Dopo aver identificato i due soggetti, appurando che si trattava di forestieri, è anche scattata una perquisizione, ma i fermati avevano al seguito soltanto alcuni utensili da lavoro, infatti si sono giustificati dichiarando di essere operai provenienti dal modenese, che dovevano effettuare una riparazione presso una ditta della zona.

I carabinieri, però, prima di lasciarli andare, hanno pensato bene di andare a fondo della questione e tramite la centrale operativa hanno interrogato il terminale per acquisire informazioni sul conto di entrambi. Dal responso della banca dati è emerso che uno dei due, un 33enne residente a Sassuolo, oltre ad avere una sfilza di precedenti penali, era ricercato da marzo in quanto doveva espiare otto mesi di carcere, oltre al pagamento di una multa di 2.200 euro, a seguito di una condanna del tribunale di Modena per reati in materia di stupefacenti.

L’uomo era stato riconosciuto colpevole di un episodio avvenuto qualche anno fa a Sassuolo, quando era stato trovato in possesso di un quantitativo di droga superiore al semplice uso personale, inoltre durante il suo arresto aveva anche minacciato i carabinieri, dicendo che prima o poi gliel’avrebbe fatta pagare. Preso atto del provvedimento di cattura pendente sul conto del 33enne, i carabinieri di Casola Valsenio lo hanno portato in caserma e poi, terminate le formalità di rito, lo hanno accompagnato in carcere a Ravenna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

  • Travolto da un'auto mentre attraversa la strada: anziano in condizioni gravissime

Torna su
RavennaToday è in caricamento