rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

"Nostalgia" di Ravenna: clandestino ritorna dopo una traversata col barcone

Quando sarà scarcerato per fine pena, la Questura disporrà un nuovo accompagnamento in Tunisia.

E' rientrato in Italia da clandestino con un gruppo di profughi a bordo di un barcone. Un tunisino di 29 anni, già condannato in passato per spaccio di droga e denunciato per borseggi e scippi, è stato arrestato martedì pomeriggio dagli agenti della Volante della Volante della Questura di Ravenna nel corso di un controllo svolto nella zona della stazione ferroviaria. Agli uomini in divisa non è passato inosservato l'atteggiamento dell'extracomunitario, il quale, alla vista dei poliziotti, si è nascosto dietro un bus in sosta.

Immediatamente raggiunto, non è stato in grado di esibire alcun documento di identificazione, motivo per il quale è stato accompagnato in Questura. Con la procedura della lettura elettronica delle impronte digitali per il tunisino si sono aperte le porte della cella di sicurezza, rinchiuso in stato di arresto per reingresso illegale in Italia.

Infatti lo stesso dopo essere stato accompagnato il 3 dicembre dello scorso anno dagli agenti della Questura sulla scaletta dell’aereo Milano-Tunisi, con volo di sola andata, ma è rientrato in Italia una quindicina di giorni fa con un gruppo di profughi su un barcone. Mercoledì mattina il giudice ha convalidato l’arresto e disposta la reclusione in carcere in attesa del processo che sarà celebrato il prossimo 28 settembre. Quando sarà scarcerato per fine pena, la Questura disporrà un nuovo accompagnamento in Tunisia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nostalgia" di Ravenna: clandestino ritorna dopo una traversata col barcone

RavennaToday è in caricamento