Scappa all'alt e tenta di investire un agente: arrestato dopo inseguimento

Il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo gli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa dell'udienza fissata per giugno

Ha opposto resistenza al controllo della Polizia Municipale. Un ravennate di 51 anni è stato arrestato giovedì mattina con l'accusa di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. L'episodio si è consumato in via Ravegnana: alla richiesta dei documenti ha tentato di sottrarsi alle verifiche degli agenti iniziando una folle corsa che si è conclusa solo a San Zaccaria. L'uomo si trovava a bordo della sua auto, fermo all'incrocio semaforico di via Ravegnana con la Statale Adriatica quando gli agenti, fermi dietro di lui, hanno deciso di effettuare un controllo sul veicolo, attraverso il cellulare in dotazione, scoprendo che non risultava assicurato.

Poco dopo gli hanno intimato l'alt, per procedere ad ulteriori accertamenti: ed è a questo punto che il conducente ha ammesso di non essere in possesso dei documenti di guida e, con mossa repentina, è ripartito velocemente tentando la fuga. Ne è nato un inseguimento durante il quale l'automobilista ha, più volte, effettuato manovre pericolose per la propria ed altrui incolumità (superando un semaforo rosso, zigzagando tra i veicoli in circolazione ed altro), procedendo sempre ad elevata velocità. Gli agenti, senza mai perderlo di vista, hanno nel frattempo richiesto l'ausilio di un'altra pattuglia finché sono riusciti a bloccare l'uomo e a trarlo in arresto dopo che il medesimo ha tentato anche di investire uno di loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il conducente, con precedenti penali specifici, deve ora rispondere dei reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nonché dei vari illeciti amministrativi commessi inerenti guida con patente sospesa, mancanza dell'assicurazione obbligatoria, velocità non adeguata alle condizioni del traffico e della strada, passaggio con semaforo rosso mentre l'autovettura veniva sottoposta a sequestro. Altro reato contestato inoltre, la detenzione e porto d'arma abusivo in quanto durante la perquisizione del veicolo gli agenti rinvenivano un coltello a serramanico. Il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo gli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa dell'udienza fissata per giugno. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento