Cronaca

Arrivano le fototrappole contro i 'furbetti' dei rifiuti abbandonati

Verlicchi (la Pigna): "La lotta al degrado segna un primo e parziale risultato per i ravennati e per la lista"

Il 16 ottobre 2018 il Consiglio Comunale di Ravenna approvò l’ordine del giorno presentato dalla lista civica La Pigna per l’utilizzo del sistema delle telecamere mobili, le cosiddette “fototrappole”, per individuare e sanzionare i responsabili dell’abbandono illecito di rifiuti ingombranti e pericolosi.

"Dopo oltre un anno di solleciti e di interrogazioni, il sindaco de Pascale ha dato seguito all’ordine del giorno da noi presentato. La lotta al degrado segna un primo e parziale risultato per i ravennati e per la lista - commenta la capogruppo Veronica Verlicchi - Meglio tardi che mai... Certo è che l’utilizzo di quattro fototrappole, seppure mobili, su un territorio vasto come quello del Comune di Ravenna sia del tutto insufficiente. Quello che stupisce, poi, è che le telecamere mobili da destinare al contrasto dell’abbandono illecito dei rifiuti siano state noleggiate per un anno dal gestore dei rifiuti Hera spa con un costo, comprensivo anche di una non ben specificata assistenza tecnica, di 21.000 euro. Considerando che la fototrappola più professionale costa poco meno di 400 euro, ci chiediamo se questo servizio di contrasto al degrado non potesse essere svolto, con notevole risparmio, direttamente dal Comune di Ravenna riuscendo così ad aumentare anche il numero dei dispositivi installati sul territorio.  Visti i ritardi e le modalità, non possiamo che essere moderatamente soddisfatti. Insisteremo affinchè il numero delle fototrappole possa essere aumentato per essere adeguato a una lotta piena ed efficace. I ravennati hanno tutto il diritto di vedere assicurato il decoro dell’ambiente nel quale vivono".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano le fototrappole contro i 'furbetti' dei rifiuti abbandonati

RavennaToday è in caricamento