"Assaggi di Primavera" all'insegna della solidarietà a Faenza

Questa terza edizione ha poi ospitato un importante momento dedicato alla solidarietà

Un week end veramente speciale quello di sabato e domenica, pieno di visitatori che hanno affollato Palazzo Rasponi e Piazza Kennedy. Per il terzo anno consecutivo si è rinnovato, infatti, l’appuntamento con la manifestazione “Assaggi di Primavera”, promossa dalla Cna di Ravenna, con la direzione organizzativa affidata a Alessandra D’Imperio. Oltre 50 le aziende presenti, nei settori dell’artigianato, della moda, dell’estetica, del benessere, del food e del “green” in genere, che hanno coinvolto il pubblico in eventi, sfilate, degustazioni, dimostrazioni, progetti, intrattenimento e animazione.

Il piano nobile del palazzo ha ospitato una vetrina esclusiva dedicata all’artigianato di qualità con una selezione delle migliori botteghe artigiane e delle loro realizzazioni “fatte a mano”. Pezzi unici, originali, artigianali e creativi: dalla ceramica, al mosaico, dalla sartoria alle tele stampate, dal bijoux al complemento d’arredo. Il salone delle feste ha poi fatto da cornice alle scenografiche sfilate dedicate alla moda, alla bellezza e al glamour. Sabato pomeriggio la sfilata di acconciature “Le icone della musica e i grandi musical” con gli allievi del corso di qualifica per acconciatore ed estetista, del corso di operatore alle cure estetiche e del corso tecnico dei trattamenti estetici della Scuola del Benessere Cna Ravenna, Ecipar Ravenna e Ial Emilia Romagna. Questa terza edizione ha poi ospitato un importante momento dedicato alla solidarietà. Domenica pomeriggio, al termine della sfilata di acconciature, la Cna di Ravenna ha devoluto un contributo all’Associazione “Linea Rosa”. La cerimonia ha visto la partecipazione della presidente di Linea Rosa, Alessandra Bagnara, del presidente della Cna, Pierpaolo Burioli e della presidente di Cna Impresa Donna, Nicolina Cirielli.

“All’Italia - ha detto Burioli - va il record di donne imprenditrici. Questo dato ci sembra il modo migliore per celebrare il valore che il genere femminile apporta alla società civile, all’economia e alla coesione sociale di un territorio. Il nostro contributo vuole essere un piccolo gesto di solidarietà per sostenere le attività di Linea Rosa che presta aiuto a donne e bambini, troppo spesso vittime di violenza. Attraverso Cna Impresa Donna, di cui fanno parte oltre 2000 donne tra titolari, socie e collaboratrici la Cna di Ravenna opera con azioni dirette al raggiungimento di obiettivi condivisi, avendo a riferimento valori chiave finalizzati a promuovere, sostenere e valorizzare la cultura d’impresa al femminile”. Bagnara, ringraziando la Cna per il contributo, ha concluso il suo intervento dichiarando che “la violenza fa male ma non si può starne lontani, riguarda tutti, vittime e non, donne e uomini; e il modo per sconfiggerla è sentirsi responsabili e in dovere di fare qualcosa, qualsiasi cosa, anche piccola, ogni giorno, fuori e dentro di noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento