Fusione fra associazione Andrea Almerighi e Ail Ravenna Onlus

L'assemblea dell'associazione Almerighi ha deciso di costitituire una sede Ail a Faenza in cui confluiranno di diritto gli attuali soci

 Decisione importante assunta nei giorni scorsi dall'assemblea straordinaria dei soci dell'associazione "Andrea Almerighi" di Faenza, che ha formalmente deliberato la fusione con Ail Ravenna Onlus - Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma - a partire dal corrente mese di luglio. Oltre alla fusione con Ail Ravenna, e a seguito degli accordi intercorsi, l'assemblea dell'associazione Almerighi ha deciso di costitituire una sede Ail a Faenza in cui confluiranno di diritto gli attuali soci. La sede Faentina dell' AIL avrà il nome di Andrea Almerighi, in modo da non disperderne la memoria.

Costituita a fine 2005 a ricordo di Andrea Almerighi - infermiere addetto all'assistenza domiciliare prematuramente scomparso, conosciuto per le qualità di altruismo, dedizione e simpatia, tali da fargli vivere l'impegno di assistenza ai malati oncologici non solo come lavoro ma come vera e propria vocazione - in questi anni l'associazione ha avuto come mission l’attenzione al malato e ai suoi familiari, ponendosi all’ascolto dei loro bisogni e cercando di offrire un aiuto concreto. Un'attività che ha impegnato i volontari in vari campi: dalla compagnia alle persone costrette a letto, al recarsi presso gli uffici competenti per il disbrigo di pratiche, all’acquisto di presidi medici come i letti ospedalizzati, al pagamento di particolari prestazioni di assistenza domiciliare, all’offrire gratuitamente all’ammalato un supporto psicologico e/o fisioterapico. A questo si aggiunge la donazione di un nuovo ecografo al reparto oncologico dell'ospedale di Faenza avvenuta nell'aprile scorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Gaetano Blasi, ormai ex presidente dell'Associazione Andrea Almerighi "questa decisone persegue l'obiettivo di unire le forze, garantendo due vantaggi. Da una parte far nascere anche a Faenza un presidio dell'AIL, associazione nazionale strutturata e organizzata sui territori, che offre sia cure e assistenza gratuita agli ammalati oncologici, sia sviluppo nella ricerca. Dall'altra, consentirà ai soci e ai volontari impegnati nell'associazione Almerighi di dare continuità alle attività fin qui svolte." "Con l'occasione - prosegue Blasi - vorrei rivolgere un particolare ringraziamento a quanti in questi anni hanno sostenuto l'associazione Almerighi, in particolare il Comune di Faenza, la cittadinanza faentina, il Gruppo Bucci Industries e la struttura del servizio di Assistenza Domiciliare dell'ospedale di Faenza, con la consapevolezza di potere continuare ad essere sempre più vicini a chi soffre, anche sotto una nuova e più importante veste."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento