Associazione naturisti: "Nessuno dei partecipanti al festival ha invaso la zona protetta"

Dopo le critiche mosse nei confronti di alcune persone che avrebbero oltrepassato la zona protetta nella foce del Bevano, il presidente Aner (associazione naturisti Emilia Romagna) interviene sull'argomento

Durante il weekend si è svolto a Lido di Dante il Festival Naturista. Dopo le critiche mosse nei confronti di alcune persone che avrebbero oltrepassato la zona protetta nella foce del Bevano, circondata da una rete e segnalata da numerosi cartelli, il presidente Aner (associazione naturisti Emilia Romagna) Jean Pascal Marcacci interviene sull'argomento. "Il Festival si è svolto al 90% dentro al campeggio. Nella giornata di sabato la guardia forestale ci ha condotti a visitare la zona protetta e ci ha avvisati della protezione relativa a quell'area. Nessuno dei partecipanti al festival ha invaso la zona protetta: le responsabilità, se ci sono, devono ricercarsi in persone estranee, non associate ad Aner".

Marcacci spiega che la spiaggia naturista "inizia a diventare piccola rispetto alla quantità di persone che la frequentano: migliaia di persone sono costrette a stare in uno spazio di 800 metri. Tuttavia era l'unico luogo in cui si sarebbe potuto svolgere il festival, perchè al momento quella è l'unica spiaggia naturista. in futuro si potrebbe pensare di destinare al naturismo, in esponenziale crescita tra turisti e residenti, una o più spiagge più ampie".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggi anche ===> "Cartelli ignorati e controlli scarsi: l'invasione della riserva naturale del Bevano"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza "cintura": si varcano i confini dei comuni solo per motivi strettamente necessari

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, la crescita non si ferma: 22 nuovi casi e 3 decessi nel ravennate

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

Torna su
RavennaToday è in caricamento