Assunti subito dopo il corso di formazione: torna l'opportunità per i giovani

Il successo del primo corso che ha visto l’assunzione di 9 ragazzi su 10, con la qualifica di saldatore, in diverse aziende ravennati ha consentito l’avvio di un secondo percorso formativo

Il successo del primo corso che ha visto l’assunzione di 9 ragazzi su 10, con la qualifica di saldatore, in diverse aziende ravennati ha consentito l’avvio di un secondo percorso formativo che si svolgerà in novembre, sempre gratuito sia per i partecipanti che per le aziende. La formula è la stessa: far incontrare domanda e offerta di lavoro passando dallo sport. È un progetto originale, patrocinato dal Comune di Ravenna, che vede insieme l’agenzia per il lavoro Job Just on Business Spa, Ravenna Boxe, il Coni e molte aziende del territorio.

Il progetto “Formazione sport lavoro” nasce in risposta alla necessità di tante aziende di far fronte all’esigenza di personale specializzato, attualmente oggi non disponibile sul mercato. Come nella precedente edizione i candidati saranno segnalati dal Coni e da Ravenna Boxe fra i giovani frequentatori delle palestre. Tra i requisiti, infatti, c’è l’obbligo di essere tesserati presso una società sportiva. Per iscriversi ai corsi occorrerà avere meno di 35 anni, essere residenti nella provincia di Ravenna, essere disoccupati, possedere la patente di guida B ed essere automuniti. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 ottobre e il corso si svolgerà dal 4 al 26 novembre per la durata di 132 ore di cui 80 di pratica e 52 di teoria. Le esercitazioni pratiche si svolgeranno sempre nei laboratori della scuola Pescarini e la ditta Lokermann, azienda leader nel settore dei prodotti per saldatura, fornirà tutto l’occorrente e le attrezzature necessarie allo svolgimento del corso.

“L’originalità di questo progetto che unisce sport e lavoro – dichiara l’assessore allo sport Roberto Fagnani – ha fatto centro perché unisce l’opportunità per giovani sportivi di ampliare le proprie competenze e la propria professionalità in funzione di una attività lavorativa alla richiesta del mercato di figure specializzate. Lo sport da elemento educativo assume anche un aspetto insolito di avvio alla formazione grazie al coinvolgimento del Coni e della società pugilistica che rappresenta un ulteriore aspetto qualificante di questo progetto”.

Il primo step del progetto è stato attivato nel luglio scorso con 10 partecipati, di cui 9 hanno dato disponibilità a proseguire con un rapporto di lavoro con la Job spa e sono stati assunti quasi nell’immediato e inviati in somministrazione con un primo contratto di 6 mesi. Tre persone alla Rosetti Marino spa, una alla Fiorini Industries srl, una alla F.lli Montanari snc, due alla De Angelis spa, una alla OF.RA srl e una alla Come srl.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La soddisfazione delle aziende che hanno assunto i ragazzi – commenta Franco Greco, responsabile divisioni specializzate Job spa – ci stimola a proseguire in questo innovativo progetto che ha colto l’interesse del mondo sportivo e di quello imprenditoriale. L’idea di attivare corsi di formazione di saldatura nasce proprio dall’esigenza delle aziende di avere personale giovane e preparato. Il saldatore, infatti, è una figura molto richiesta e di difficile reperimento sul mercato. Al progetto possono aderire le imprese che hanno necessità di trovare personale specializzato evidenziando le proprie esigenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

  • Fortissima esplosione in un'abitazione: uomo ferito in condizioni gravissime

  • Coronavirus, rallentano i contagi e crescono i guariti. Ma Ravenna conta un altro morto

Torna su
RavennaToday è in caricamento