Attacco ad Hera: "Chiede un abbonamento alle aziende fornitrici"

"Vuoi (forse) continuare ad essere il nostro fornitore? allora paga!!": si può riassumere così in maniera stringata, secondo Ravenna Virtuosa e Associazione Clandestino il testo della lettera che Hera spa ha inviato a tutte le aziende sue fornitrici.

"Vuoi (forse) continuare ad essere il nostro fornitore? allora paga!!": si può riassumere così in maniera stringata, secondo Cinzia Pasi e Roberta Pasini (Ravenna Virtuosa e Associazione Clandestino)  il testo della lettera che Hera spa ha inviato a tutte le aziende sue fornitrici di beni e servizi.

 

Dicono Pasi e Babini: “Chi ha redatto il testo definisce questa  richiesta  un abbonamento. Facciamo un esempio:  l’azienda  coinvolta per un gruppo merci  pagherà 50 euro , da 2 a 4 gruppi  ne paghera’ 75 , fino ad arrivare al massimo di 250 euro annui. Chi aderira’ avra’ cosi’ la possibilita’ di restare  in elenco fornitori di Hera, accedere  ad un sito e dopo essersi “qualificato”  potra’ caricare documenti, inviare e ricevere chiarimenti dagli addetti”.

 

“I fornitori verranno “monitorati” e se dovessero emergere “anomalie”  si potra’ arrivare alla dichiarazione di non conformita’ che potrebbe portare al blocco  dell’invio di  nuove negoziazioni da 3 a 6 mesi, fino alla esclusione dall’elenco Fornitori. In sintesi: Hera chiede  questo “abbonamento” per dare la possibilità alle aziende di  presentare preventivi, di cui non e’ ovviamente  garantito il buon esito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quanto sopra ci stupisce , ma  quel che ci stupisce  ancor di più e’ il silenzio assordante della quasi totalità  delle associazioni di categoria,   che dovrebbero tutelare gli interessi   delle aziende gia’ strozzate dalla crisi  e che nulla hanno detto in merito. Che ne pensano  al proposito? Anche le amministrazioni comunali tacciono  forse  perché  socie della Multiutility  di gas ed energia?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento