menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto postata su Twitter da Roberto Pasini

La foto postata su Twitter da Roberto Pasini

Un ravennate in mezzo all'attentato di Strasburgo: "Stavolta ci è mancato poco"

L'uomo si trovava a Strasburgo quando un 29enne di origini marocchine ha aperto il fuoco in mezzo ai mercatini di Natale, in un attentato che ha provocato quattro morti e una dozzina di feriti

"Sto bene e al sicuro". Solo cinque parole, ma fondamentali per amici e parenti preoccupati. Sono quelle che martedì sera ha postato su Facebook Roberto Pasini, trevigiano d'origine ma ravennate d'adozione, che da tempo vive a Parigi e che mercoledì sera si trovava a Strasburgo quando un 29enne di origini marocchine ha aperto il fuoco in mezzo ai mercatini di Natale, in un attentato che ha provocato quattro morti e una dozzina di feriti.

Il 38enne ha usato tutti i canali social disponibili per comunicare la sua incolumità agli amici e alla sua famiglia. "Sono a Strasburgo, credo in mezzo a un attentato. Sparano. Ma sono al sicuro. Tutto a posto, non si comunica bene ma tutto a posto", ha scritto sul suo profilo Twitter postando una foto della strada presa di mira dall'attentatore. Stessa foto postata su Instagram, accompagnata da una tetra didascalia: "Stavolta ci è mancato poco".

Pasini, come ha raccontato a Repubblica, stava camminando per il centro quando ha iniziato a sentire degli spari alle sue spalle. Poi si è trovato di fronte una scena da film, tra poliziotti con scudi in tenuta antiproiettile e i militari dell'esercito. A quel punto si è rifugiato in un ristorante insieme ad altri passanti, da dove ha osservato la scena attraverso una vetrata. L'attentatore, ferito, è poi riuscito a darsi alla fuga: il Ministro degli interni francese, Christophe Castaner, ha assicurato che circa 350 uomini stanno cercando il killer, già noto alle forze dell'ordine, mentre il membro del sindacato di polizia Fgp Stephane Morisse ha raccontato che le autorità francesi hanno trovato del materiale esplosivo nell'abitazione dell'attentatore. La scoperta sarebbe stata fatta durante una perquisizione dell'abitazione poche ore prima dell'attacco. Le forze dell'ordine erano andate nella casa per arrestare l'uomo.
    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento