menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Polizia va a confiscarle l'auto, ma l'avevano appena rubata: e lei si becca una denuncia

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Ravenna si sono recati presso l’abitazione della 32enne per notificare il provvedimento di confisca del veicolo, che sarebbe dovuta avvenire il giorno successivo

La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà una 32enne ravennate per il reato di violazione colposa di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall'autorità amministrativa. Nel gennaio del 2017, la donna venne contravvenzionata perché stava circolando con un veicolo non coperto dall'assicurazione; in quella circostanza l’auto venne sottoposta a sequestro amministrativo e affidata alla stessa per la custodia.

Al termine dell’iter del procedimento amministrativo - che si è concluso con l’emissione, da parte dell’Agenzia del Demanio, del provvedimento di confisca dell’auto - venerdì pomeriggio gli agenti della Polizia Ferroviaria di Ravenna si sono recati presso l’abitazione della 32enne per notificare il provvedimento di confisca del veicolo, che sarebbe dovuta avvenire la mattina del giorno successivo, verificando la presenza dell’auto nel cortile condominiale. Al momento di procedere alla confisca, però, i poliziotti della Polfer hanno rilevato la mancanza dell’auto dal cortile: la proprietaria si era infatti appena recata negli uffici della Polizia Ferroviaria per denunciare il furto dell’auto, avvenuto dopo che la donna ha spostato il veicolo dal cortile in strada per, a suo dire, agevolarne le operazioni di recupero.

La donna è stata quindi denunciata a piede libero per il reato di violazione colposa di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall'autorità amministrativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento