rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Cervia

Autovelox, cartello nascosto. Benzoni (LpR): "Multe da annullare"

Il segnale che avvisa della presenza dell'autovelox deve essere visibile per non pregiudicare la legittimità della multa, quindi non deve essere coperto dalla vegetazione. Non è il caso del cartello apposto dal Comune di Cervia

Il segnale che avvisa della presenza dell'autovelox deve essere visibile per non pregiudicare la legittimità della multa, quindi non deve essere coperto dalla vegetazione. Non è il caso del cartello apposto dal Comune di Cervia quando lo scorso marzo sono stati istallati due autovelox lungo la Statale16 Adriatica nella zona delle Terme, all'incrocio della "Madonna del Pino".

Gli strumenti sono stati installati, al fine di ridurre la velocità delle auto sulla SS 16 quindi per abbassare il livello di pericolosità dell'incrocio e di conseguenza aumentare il livello di sicurezza sulle strade. L’obbiettivo dell'intervento è stato sollecitato anche dalla Prefettura in un programma che rende partecipi i Comuni per l'installazione di autovelox nelle zone dove la sicurezza stradale è più compromessa.

Critica Gianluca Benzoni, Consigliere di Lista per Ravenna: “Ciò non toglie che la loro installazione debba avvenire nel rispetto delle normative che regolano il caso, nondimeno la visibilità della segnaletica verticale che preavvisa della presenza dell'autovelox, ma pare che a Cervia questo basilare aspetto sia sfuggito di mano. Infatti lungo la SS16, direzione Ravenna-Cervia, la segnaletica è quasi completamente coperta dalle fronde degli alberi occultandone la visibilità agli utenti della strada. Considerata l'importante funzione dell'autovelox per la sicurezza stradale, l'auspicio è che l'Amministrazione comunale di Cervia provveda a regolarizzare la situazione”.


“Inoltre, visto che l'occultamento della segnaletica non è modesto, si potrebbe tranquillamente ipotizzare che tutte le sanzioni elevate nell'ultimo mese debbano ritenersi irregolari e quindi suscettibili di una archiviazione d'ufficio da parte dell'organo accertatore un po' distratto. Infatti, considerato che è proprio la sezione della Polizia Municipale del Comune di Cervia l'organo accertatore delle sanzioni che vengono elevate con l'autovelox, se lo stesso non ha già provveduto a sospendere il suo funzionamento per impossibilità di eseguire accertamenti regolamentari, si ritiene ragionevole che lo stesso organo provveda a riparare l'errore avvalendosi dell'autotutela, ossia archiviando d'ufficio tutte quelle multe che allo stato possono dirsi irregolarmente rilevate, e sollevando il cittadino dal presentare il ricorso”, conclude Benzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox, cartello nascosto. Benzoni (LpR): "Multe da annullare"

RavennaToday è in caricamento