Aveva fatto ritorno organizzando un giro di spaccio: in manette

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno arresto un nigeriano di 33 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno arresto un nigeriano di 33 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari della stazione in via Alberoni nei giorni scorsi avevano individuato un appartamento in via Maggiore dove a qualsiasi ora, del giorno e della notte, vi era un via-vai di giovani tossicodipendenti italiani e stranieri. Giovedì i carabinieri hanno deciso di intervenire sorprendendo un uomo mentre usciva da quell’appartamento con 10 grammi di marijuana appena acquistata. L’immediata irruzione all’interno ha consentito di rinvenire ulteriori 80 grammi della medesima sostanza custodita da un nigeriano. Il soggetto, 33enne, già noto alle forze dell’ordine per vicende legate allo spaccio, era recentemente ritornato in città ed aveva in breve organizzato un piccola attività di spaccio presso il proprio domicilio, diventando punto di riferimento per gli assuntori della zona. Grazie agli elementi raccolti lo straniero è stato dichiarato in stato di arresto. Venerdì a seguito della convalida, con la richiesta dei termini a difesa, il Giudice del Tribunale ravennate gli ha imposto il divieto di ritorno nel comune in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

Torna su
RavennaToday è in caricamento