Bagnacavallo, bimbi positivi al covid: rientra la paura alla scuola d'infanzia

Il Dipartimento di Sanità Pubblica aveva disposto la chiusura precauzionale di due classi

Rientra la preoccupazione a Bagnacavallo dopo i due casi di covid-19 accertati a due bambini che avevano iniziato la frequenza da pochi giorni alla scuola dell'infanzia Statale. La positività di entrambi era dovuta a contatti extrascolastici dei bambini che si presentavano comunque senza sintomi. Il Dipartimento di Sanità Pubblica aveva disposto la chiusura precauzionale di due classi. Trattandosi di bambini piccoli, non potendo garantire le misure di distanziamento e altre precauzioni per evitare il contagio, è stata predisposta la quarantena per 38 compagni di sezione (di 4 e 5 anni di età, che avevano frequentato la scuola dell’infanzia insieme ai bambini positivi), e per 5 maestre.

E' stato fatto un primo tampone di screening a tutti i bambini e a tutto il personale che afferiva alle sezioni interessate, con risultato negativo; per i bimbi e le maestre in quarantena si è programmato un secondo tampone con esito anche in questo caso negativo, per cui la frequenza scolastica può essere ripresa. L'Ausl "ringrazia tutto il personale dell’Istituto Comprensivo e il Comune per l’attenzione, la cura e la professionalità che è stata garantita, e tutti i genitori per la collaborazione e il senso civico dimostrato. Un vero esempio partecipativo e di comprensione per le misure che precauzionalmente è stato necessario adottare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dicono il professor Federico Marchetti, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria di Ravenna, Faenza e Lugo e la dottoressa Anna Maria Magistà responsabile della Pediatria di Comunità: "Dall’inizio della pandemia, dei 78 casi di infezione documentata da coronavirus nell’ambito territoriale della provincia di Ravenna nei bambini al di sotto dei 10 anni di età, nessuno è stato ricoverato e i bambini sono risultati senza sintomi o con lievi problemi respiratori. L’infezione è stata contratta nella stragrande maggioranza dei casi dai familiari. Naturalmente sarà indispensabile mantenere tutte le attenzioni del caso e valutare situazione per situazione, mantenendo la frequenza scolastica ogni volta che ciò sia possibile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Sanità innovativa: in ospedale uno strumento che colpisce le cellule tumorali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Si schianta con l'Harley contro il new jersey: motociclista gravissimo

  • Quattro ristoranti ravennati premiati al 'Gran Premio internazionale della ristorazione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento