Bagnacavallo, un tavolo tecnico per l'adeguamento sismico della scuola media

Progetto da un milione e mezzo di euro. I lavori dovranno concludersi entro novembre 2018.

La scuola media Graziani di Bagnacavallo

Si è insediato il tavolo di lavoro incaricato di seguire il percorso che porterà alla realizzazione dell'intervento di adeguamento sismico della scuola media Graziani di Bagnacavallo. Ne fanno parte rappresentanti della Giunta comunale, referenti per l'Ufficio Tecnico e l'Ufficio Decentramento e Partecipazione, rappresentanti degli insegnanti della scuola primaria e secondaria di primo grado e del personale non docente e referenti per il Consiglio d'Istituto, il Comitato Genitori e l'associazione Tutti per la scuola.
Obiettivo condiviso del tavolo di lavoro è quello di seguire tutto il progetto di adeguamento sismico della scuola Graziani, condividendo mensilmente informazioni, domande, esigenze, proposte ed eventuali criticità che si dovessero riscontrare, in un'ottica di massima trasparenza e collaborazione.
Per consentire a tutti i cittadini di essere informati sullo stato di avanzamento dei lavori e avere notizie sulle attività in programma, sarà istituita nelle prossime settimane un'apposita sezione nel sito istituzionale del Comune di Bagnacavallo, dove saranno scaricabili anche i verbali del tavolo di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto di adeguamento sismico dei due plessi della scuola media di Bagnacavallo è possibile  grazie al finanziamento di oltre un milione e 200mila euro stanziato esclusivamente a questo scopo dal Ministero tramite la Regione Emilia-Romagna. Alle risorse statali si aggiungeranno 300mila euro previsti in bilancio dal Comune.
Il progetto strutturale, elaborato dallo Studio Engi.Co di Milano, è ora al vaglio della Regione, che dovrà validarlo sia nella parte progettuale sia in quella di previsione economica. Successivamente, si passerà alla fase esecutiva e alla gara per l'affidamento dei lavori. Lo stanziamento ministeriale prevede che le opere siano tassativamente concluse entro novembre 2018.
A essere per primo interessato dai lavori sarà il plesso prospiciente la via Cavour, per questo le docenti incaricate di seguire questa prima fase hanno stabilito assieme al Comune un piano per traslocare nel plesso di largo De Gasperi le quattro classi di scuola secondaria di primo grado che si trovano nell'edificio di via Cavour. Sempre nel plesso di largo De Gasperi troverà posto il laboratorio di scienze e arte, mentre il laboratorio di informatica sarà collocato presso la scuola primaria in via Cavour. La nuova sistemazione sarà operativa dall'1 settembre, per non interferire con l'attività scolastica e consentire agli alunni di iniziare il nuovo anno nelle aule per loro predisposte.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento