Bagno di folla per il ritorno della Madonna di Dürer: 500 visitatori nella prima giornata

Oggetto di devozione per la cittadinanza bagnacavallese, che però non potè mai vederla, la tavola fu ritrovata nel 1961 da parte di don Antonio Savioli che la fece riemergere dall’oblìo

La chiesa di San Girolamo a Bagnacavallo ha ospitato sabato 14 dicembre la presentazione ufficiale del ritorno temporaneo in città della Madonna del Patrocinio di Albrecht Dürer, ospitata fino al 2 febbraio in una sala dedicata del Museo Civico delle Cappuccine. Nel solo primo giorno di apertura, domenica 15, la tavola che il maestro di Norimberga dipinse attorno al 1495 è già stata visitata da oltre 500 persone.

A presentare “il ritorno di Dürer” sabato al pubblico sono intervenuti Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, Giancarlo Forestieri presidente della Fondazione Magnani Rocca, luogo di conservazione del dipinto, e l’Amministrazione comunale. La presentazione si è conclusa con un omaggio musicale con arpa e violino dedicato alla Vergine del Patrocinio a cura di Emilia-Romagna Concerti. Il direttore Galizzi ha ripercorso la straordinaria vicenda del quadro, custodito per secoli fino a cinquant’anni fa nell’ex monastero delle suore Clarisse Cappuccine di Bagnacavallo, dove oggi si trova proprio il museo civico dove è esposto.

Oggetto di devozione per la cittadinanza bagnacavallese, che però non potè mai vederla, la tavola fu ritrovata nel 1961 da parte di don Antonio Savioli che la fece riemergere dall’oblìo. Arrivò poi l’attribuzione a Dürer da parte del grande critico Roberto Longhi e la vendita nel 1969 al collezionista Luigi Magnani. Il dipinto resterà in esposizione presso il Museo Civico fino a domenica 2 febbraio. L’accesso sarà limitato a trenta persone per volta, per garantire la necessaria sicurezza dell’opera. Al piano superiore sarà inoltre visitabile fino al 19 gennaio la mostra di incisioni Albrecht Dürer. Il privilegio dell’inquietudine. Questi gli orari: martedì e mercoledì 15-18; giovedì 10-12 e 15-18; da venerdì a domenica 10- 12 e 15-19. Chiuso il lunedì, Natale, l’1 e il 7 gennaio, aperto il 26 dicembre e il 6 gennaio. Ingresso libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

Torna su
RavennaToday è in caricamento