A prova di bimbo: la riviera ravennate e cervese fra le 134 spiagge premiate da Bandiera Verde

Una spiaggia quindi attrezzata e confortevole ma soprattutto sicura e "versatile" che proponga attività, alternative e che metta a proprio agio tutta la famiglia

Un pull di 196 pediatri italiani guidati da Italo Farnetani, ideatore di "bandiere verdi", ma anche pediatra e giornalista, collaboratore di "Corriere della Sera", "Ok Salute" e "Insieme” ,hanno decretato anche per il 2016 le spiagge più adatte alla vacanza dei bambini. 134 le località meritevoli della Bandiera Verde fra cui la riviera ravennate e cervese, che ha visto riconfermato anche per il 2016 il prestigioso riconoscimento.

Requisiti per l’assegnazione del premio i luoghi e servizi a misura di bambino, quali acqua cristallina ma anche bassa nell’area vicino alla riva del mare, sabbia pulita per il gioco, servizio di salvataggio a tutela della sicurezza, aree di gioco sicure e piacevoli  nonché  la presenza nei dintorni di gelaterie, pizzerie, locali per l'aperitivo e spazi per lo sport. Una spiaggia quindi attrezzata e confortevole ma soprattutto sicura e “versatile” che proponga attività, alternative e che metta a proprio agio tutta la famiglia.

La riviera cervese, ha superato tutti i test. Già da diversi anni Cervia e località continuano a confermare la  conquista di Bandiera Verde, ogni anno sottolineando l’inclinazione “baby friendly” del territorio, con attenzione particolare, empatia, affetto, considerazione e cura nei confronti dei piccoli ospiti. A riprova dell’importanza che i bambini e le famiglie hanno per le nostre località anche quest’anno Cervia ha messo a punto un calendario manifestazioni indirizzato in particolare a famiglie e bambini che propone eventi, corsi, attività e luoghi del divertimento tutti dedicati ai giovanissimi ospiti e alle loro famiglie.

A conferma dell'idoneità e salubrità del mare italiano per i bambini le 134 città premiate sono distribuite in tutta Italia ma nell’area della regione Emilia Romagna sono 10 le spiagge scelte. Stare all'aria aperta insieme ai genitori e per divertirsi, avere  sabbia pulita sulla quale camminare e con la quale giocare, spazio fra gli ombrelloni per costruire castelli, acqua bassa, servizio di sorveglianza per immergersi in sicurezza, presenza di servizi di qualità sono tutti gli ingredienti preziosi del cocktail di successo delle  nostre spiagge.

“Bandiera Verde è per noi una conferma, insieme ad altri riconoscimenti fra i quali Bandiera Blu e recentemente il posizionamento nella top ten di TripAdvisor, che le nostre località, particolarmente felici dal punto di vista ambientale, si sviluppano su una logica di accoglienza e di offerta di servizi di alta qualità - dichiara il sindaco di Cervia Luca Coffari - Le spiagge sono per noi uno dei maggiori  punti di forza sul quale il tessuto imprenditoriale locale continua ad investire molto, in particolar modo relativamente a sicurezza, ospitalità, comfort. Quest’anno con le aperture serali saremo in grado di offrire a famiglie e bambini anche una opportunità in più. Bandiera Verde è per noi un importante marchio di qualità che garantisce accoglienza e ospitalità “qualificata” per i piccoli ospiti e per  le loro famiglie.”

“La Bandiera Verde è un riconoscimento che rappresenta le peculiarità delle spiagge di Cervia a forte vocazione familiare – spiega Danilo Piraccini, presidente della cooperativa bagnini -. Le nostre spiagge sono ideali per le famiglie e per i bambini grazie all’ampia spiaggia di sabbia fine, ai fondali che per molti metri non presentano pericoli, al mare che digrada dolcemente. Ma a questi elementi naturali, si aggiunge una straordinaria organizzazione, frutto di un secolo di lavoro concentrato sul perfezionamento dei servizi, a tal punto da avere oggi un tratto di costa dove il bambino è considerato il turista più importante. Pensiamo solo ai nostri standard di sicurezza tra i più alti a livello europeo. Ecco perché la Direttiva Europea Bolkestein contrasta con l’offerta delle spiagge di Cervia. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un lavoro perpetuato dagli imprenditori balneari, che negli anni e attraverso diverse generazioni, hanno costruito un’offerta turistica e naturalistica che oggi viene premiata con i riconoscimenti più importanti: quelli legati al benessere dei bambini. E si può crescere ancora, costruendo percorsi dedicati anche fuori dalle spiagge, percorsi collegati alla città”.

RAVENNA - L’assessore al Turismo Massimo Cameliani esprime la propria soddisfazione per il riconoscimento della Bandiera Verde, recentemente attribuito alle spiagge ravennati: “Naturalmente – sottolinea Cameliani – ai servizi pensati esclusivamente per i bambini si aggiungono quelli rivolti ai genitori e ai turisti in generale, che fanno dei nostri lidi luoghi sicuri e attrattivi, ricchi di opportunità che mettono a proprio agio tutta la famiglia, aspetto del quale la stessa ricerca dei pediatri ha tenuto conto per l’assegnazione del premio. Questo nuovo riconoscimento si aggiunge alla più tradizionale Bandiera Blu, assegnata ogni anno dalla Fondazione per l’educazione ambientale tenendo in considerazione la qualità delle acque e dei servizi delle spiagge, che anche quest’anno confidiamo di vederci tributare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento