rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Casa

Bando affitti 2022, al via la presentazione online delle domande: tetto massimo di 1500 euro

Record di risorse disponibili in Emilia-Romagna, oltre 40 milioni, per sostenere famiglie e persone in difficoltà

Al via giovedì alle 12, la presentazione delle domande di contributo per il bando regionale ‘Fondo Affitto 2022’, con termine ultimo 21 ottobre, stesso orario.   Con 40 milioni di euro disponibili, cifra record in Emilia-Romagna, la Regione rafforza dunque il proprio impegno per sostenere concretamente le persone e le famiglie in difficoltà economica, in una fase particolarmente critica dovuta agli effetti della pandemia uniti a quelli della guerra e della crisi energetica: i contributi per aiutare i cittadini e le cittadine a pagare il canone di locazione possono arrivare a coprire per ciascun nucleo familiare fino a 3 mensilità in un anno, per un massimo di 1.500 euro.

Due le novità di quest’anno, messe in campo dalla Regione per velocizzare e semplificare la procedura e aiutare i cittadini e i Comuni nella compilazione della domanda: grazie alla piattaforma regionale digitale, con l’accesso SPID saranno tratti in automatico i dati Isee, senza la necessità di scansionare e allegare documenti. Non solo, perché i cittadini che hanno bisogno di aiuto per presentare domanda potranno rivolgersi, oltre che al proprio Comune, a quasi 300 enti privati localizzati su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna convenzionati con la Regione (a questo link l’elenco dei Centri accreditati https://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/sost/servizi-locali-per-compilazione-domande).

Chi può fare domanda

Sono due le graduatorie previste dal bando, per non mettere in competizione fragilità diverse, cioè le fasce più povere con chi ha avuto un calo del reddito improvviso: la prima è destinata infatti ai nuclei familiari con reddito Isee inferiore a 17.154 euro; la seconda a coloro che hanno un Isee annuo fino a 35.000 euro e abbiano subito un calo del reddito superiore al 25%.  Si potrà fare richiesta per una sola graduatoria, mentre gli assegnatari di un alloggio di Edilia residenziale pubblica potranno farla unicamente per la seconda.

In ogni caso il contributo per l’affitto non è cumulabile con la quota B (relativa al canone annuo di locazione) del Reddito/Pensione di Cittadinanza. A questo link la pagina dedicata al contributo per l’affitto 2022 e le istruzioni per compilare la domanda https://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/sost/contributi-per-l2019affitto-2022

I tempi

Dal 15 settembre alle 12 fino al 21 ottobre alle 12, i cittadini possono presentare domanda sull’applicativo della Regione https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/BandoAffitti, accedendo con il proprio SPID/CIE/CNS senza dover caricare alcun tipo di documento. La piattaforma regionale si collegherà poi al database dell’Inps per scaricare automaticamente i dati Isee. È possibile correggere la propria domanda presentandone una nuova, in questo caso verrà considerata solo l’ultima inserita. Nei mesi successivi i Comuni dell’Emilia-Romagna controlleranno le domande ricevute e procederanno alla distribuzione dei contributi ai cittadini, scorrendo le graduatorie fino a esaurimento dei fondi disponibili.

Le risorse disponibili

Dell’intero pacchetto di risorse (esattamente 40.070.965 euro), 34.270.965 euro sono la quota dello specifico Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione assegnata quest’anno all’Emilia-Romagna; 5 milioni e 800 mila euro stanziati dalla Regione e anch’essi destinati all’erogazione di contributi alle persone e nuclei famigliari in difficoltà economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando affitti 2022, al via la presentazione online delle domande: tetto massimo di 1500 euro

RavennaToday è in caricamento