rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Biblioteca Classense, si restaura l’affresco del Longhi nella sala dantesca

Il progetto, del valore di 55mila euro, finanziato integralmente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna prevede una serie di azioni che vanno dalle indagini diagnostiche sul dipinto

Via libera della Giunta comunale al restauro delle “Nozze di Cana”, l’affresco di Luca Longhi datato 1580 e situato nella sala Dantesca della biblioteca Classense. Il progetto, del valore di 55mila euro, finanziato integralmente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna prevede una serie di azioni che vanno dalle indagini diagnostiche sul dipinto, al reintegro delle lacune pittoriche, che verranno eseguite dall’impresa che si aggiudicherà i lavori in base ad una gara pubblica.

Attraverso il restauro l’opera verrà riportata al suo splendore, intervenendo sul processo che ne sta offuscando le tinte, sulle efflorescenze biancastre diffuse su tutta la superficie, così come sulle macchie di colorazione scura e sulle alterazioni cromatiche nella parte centrale.
Tale intervento si integra con i lavori del terzo stralcio, appena avviati in Classense che, per quanto riguarda la Sala Dantesca, prevedono il restauro degli stalli lignei con decori a figure antropomorfe eseguiti nel 1581 da Marco Peruzzi, e della bussola lignea d'ingresso, nonché l'inserimento di un impianto di ventilazione e climatizzazione.

La Sala Dantesca, così denominata dal 1921, quando fu adibita a sala per le letture dantesche, costituiva il refettorio del monastero camaldolese e risale al primo nucleo costruttivo della fabbrica, databile al  Cinquecento. Il Refettorio fu concluso negli anni ottanta del secolo con la realizzazione dell’importante e noto dipinto raffigurante le Nozze di Cana, opera del pittore ravennate Luca Longhi e dei suoi figli Barbara e Francesco. A quest’ultimo e alle sue maestranze si debbono anche il soffitto riccamente affrescato con scene a tema camaldolese e grottesche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Classense, si restaura l’affresco del Longhi nella sala dantesca

RavennaToday è in caricamento