menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Obama sulla stampante

Obama sulla stampante

In biblioteca col gatto: da 5 anni una colonia felina vive dentro la Classense. La protesta

Ma c'è anche chi non gradisce la loro presenza. Livia, una lettrice di Ravennatoday segnala un problema: "Sono davvero dispiaciuta di non poter più andare in biblioteca, a causa della mia allergia ai gatti - scrive la studentessa"

Stanno per compiere 5 anni Obama, Dewey, Byron e Teresa, i 4 gatti che abitano alla Biblioteca Classense e che vivono in simbiosi con dipendenti e utenti, da quando, nel maggio del 2009, sono stati trovati qui, appena nati e senza mamma. La direttrice, Claudia Giuliani, li considera “un valore aggiunto” per la struttura. Ma c'è anche chi non gradisce la loro presenza. Livia, una lettrice di Ravennatoday segnala un problema: “Sono davvero dispiaciuta di non poter più andare in biblioteca, a causa della mia allergia ai gatti – scrive la studentessa -loro li lasciano stravaccati sui tavoli di studio, urinare sugli zaini degli studenti o sulle panche e persino andare nei bagni”.

Continua la lettrice: “Io amo gli animali, ma, a mio parere, ci sono luoghi in cui non è consono che stiano. Molta gente pensa che sia bella quest'iniziativa di dare libero accesso agli animali nei negozi, nei ristoranti, nelle biblioteche, ma per chi trova delle limitazioni, dei disagi nel condividere certi spazi tipicamente umani con loro?”.

La direttrice risponde spiegando che non ci sono problemi di igiene, e che molte persone amano la presenza di questi felini domestici. “Noi comunque ci impegniamo a tenerli fuori  da alcune sale, nelle quali si può tranquillamente stare senza la presenza di gatti. Per cui anche chi, per diversi motivi, non vuole averli tra i piedi, è soddisfatto: è una struttura pubblica. Nella sala Malkowski e nella sala riservata al piano Nobile, se i gatti entrano li facciamo uscire subito. - spiega Giuliani – al piano terra è ovviamente più complicato tenerli fuori”.

In tantissimi amano la presenza della colonia felina, tutelata da una legge regionale “che stabilisce come si trovino sul loro territorio. Per questo abbiamo preso anche contatti con l'Ausl – chiarisce la direttrice – per molte persone che frequentano la biblioteca questi animali sono un valore aggiunto: danno conforto, si fanno coccolare, fanno le fusa”.  Obama, Dewey, Byron e Teresa sono stati trovati nel cantiere per la ristrutturazione di alcune sale, 5 anni fa, dietro ad una porta. Il personale ha sentito i miagolii dei cuccioli che sono poi stati allevati in biblioteca e tutt'ora conducono la loro esistenza tra le mura della Classense.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento