rotate-mobile
Cronaca

Biennale, il Mar riallestisce e amplia la collezione dei mosaici contemporanei

In occasione della Biennale del Mosaico, il Museo ravennate torna a dare spazio alle sue collezioni d'arte musiva che troveranno casa nel quadriportico e nelle sale al piano terra

Con il ritorno della Biennale del Mosaico, in programma dall'8 ottobre al 27 novembre, l'arte musiva si riappropria di Ravenna. Oltre ai tanti eventi espositivi c'è anche un altro gradito ritorno: quello della collezione di mosaici contemporanei del Mar - Museo d'arte della città di Ravenna. Sarà proprio durante l'edizione 2022 della Biennale che avrà luogo anche il riallestimento della collezione del Mar. Un riallestimento che, come rivela l'assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia, tornerà non solo a occupare il quadriportico del museo, ma si allargherà anche nelle altre stanze del piano terra del museo, guadagnando così maggiore spazio e visibilità rispetto al passato. Il riallestimento del Mar giunge al termine del percorso operato dagli otto componenti del comitato scientifico, individuati dal consiglio di amministrazione dell’Istituzione Museo d’arte della città di Ravenna.

Il mosaico torna quindi a essere protagonista della parte gratuita del museo ravennate, dopo che con il riallestimento operato nella primavera del 2021 aveva fatto "sparire" la collezione musiva dal quadriportico del Mar. Ancora da definire la data di presentazione del nuovo allestimento. Una collezione che prende avvio a partire dall’esposizione del 1959 nella quale molti degli artisti di punta del tempo – Chagall e Mathieu, Guttuso, Afro e Mirko, Capogrossi, Birolli, Santomaso, Vedova, Moreni, Corpora, De Luigi e Campigli, per citarne solo alcuni – si confrontarono con il linguaggio musivo. Divenuta poi permanente, l’esposizione ha dato avvio a un laboratorio di raffronto, tuttora aperto, che si avvale degli apporti di traduzioni da opere di Mimmo Paladino, Giosetta Fioroni, Balthus, Antonioni, Ontani, ma anche di opere di diverse generazioni di artisti e artiste che, a Ravenna, hanno scelto il mosaico come linguaggio con cui esprimersi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biennale, il Mar riallestisce e amplia la collezione dei mosaici contemporanei

RavennaToday è in caricamento