rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Bimba Mia-Bimbo Mio: una festa all'insegna del mangiare sano

Un dato allarmante riguarda la popolazione di età scolare: in Italia, dove sono presenti buoni valori per le fasce adulte della popolazione, si registra il primato europeo di bambini obesi nella fascia 8-9 anni: uno su dieci è obeso e ben un bambino su tre è in sovrappeso

Quarta edizione per la manifestazione a scopo benefico Bimba Mia-Bimbo Mio, ideata da CNA Provinciale di Ravenna in collaborazione con il Comune e la Provincia di Ravenna, il Consorzio Editoriale, L’Associazione Il Peso della Farfalla ed il Teatro del Drago, a cui è affidata la direzione artistica della manifestazione. Argomento principe del 2013: l’arte del mangiare sano.

“L’intreccio virtuoso di contenuti, fra momenti di gioco, cultura ed educazione alimentare, che connota questa festa dedicata a tutte le famiglie - ha dichiarato l'assessora al volontariato, servizi sociali Giovanna Piaia - è il frutto della messa in rete di diversi soggetti: dalle associazioni di categoria a quelle del volontariato, dalle istituzioni locali a tutto il mondo scolastico e dei servizi sociali, cui va il nostro apprezzamento”.

L’associazione “Il Peso della Farfalla Onlus” è nata per accogliere ed arginare il disagio derivante dal cibo. L’Associazione lavora per alleviare la sofferenza, la discriminazione e la solitudine di quanti combattono con una delle tante tipologie legate al cibo, peso e forme corporee. Un dato allarmante riguarda la popolazione di età scolare: in Italia, dove sono presenti buoni valori per le fasce adulte della popolazione, si registra il primato europeo di bambini obesi nella fascia 8-9 anni: uno su dieci è obeso e ben un bambino su tre è in sovrappeso. Il problema è che l’obesità infantile nella maggior parte dei casi si trascina poi fino all’età adulta. Importantissima, dunque una corretta educazione alimentare fin dai primi anni di vita.

Con questa lente speciale, domenica 22 settembre presso i Giardini Pubblici di Ravenna i bambini e le famiglie saranno cosí invitati ad una grande lunghissima Festa delle arti, dal mattino al tramonto (dalle ore 10 alle ore 19), in cui saranno presenti creativi, psicologi, esperti, assistenti sociali e artisti uniti nel difficile compito di far riflettere divertendo, e stimolare anche i piú piccoli, su una delle questioni più importanti della nostra vita: il cibo.

Lo spettacolo dal vivo, i musei, le biblioteche, i servizi educativi per l'infanzia, apriranno le porte delle loro attività dedicate ai bambini e ai loro genitori, in una giornata ricca di appuntamenti: prenotazioni ai laboratori e alle attività alle ore 10, e dalle ore 10,30 fino alle 17 sarà tutto un susseguirsi di workshop. Alle ore 11,30 concerto del cantautore ravennate Andrea Lama in collaborazione con Capit Ravenna, alle ore 15,30 spettacolo Prezzemolina della compagnia Pupi di Stac e alle ore 17 Teatro del Drago presenta Cavalier Cipolla.

Il calendario degli eventi prevede inoltre: spettacoli di teatro, danza, musica; laboratori di costruzione, pittura, arte; narrazioni e letture; incontri, installazioni, mostre, proiezioni, giochi itineranti. Tecnicamente verranno allestiti stand che ospiteranno i musei del Sistema Museale della Provincia di Ravenna, il Sistema Bibliotecario, l'Istituzione Classense e Casa Vignuzzi.

All'ingresso sarà allestito un info-point a disposizione del pubblico dove potersi iscrivere ai vari corsi e laboratori  e prendere visione del programma della giornata. L’idea, infatti, è quella di una grande festa, di un momento di aggregazione costruttiva dove il pubblico avrà la possibilità di scegliere fra un novero di attività, diversificate per target e contenuti. Il desiderio è quello di aprire una finestra sul mondo dell’arte a 360 gradi, dando a tutte le famiglie la possibilità di conoscere la ricchezza culturale e sociale del comune e della provincia di Ravenna.

L’attività culturale della Città di Ravenna, oggi ben evidenziata dal percorso di Ravenna2019, è così qualitativamente alta e diversificata, da offrire un quadro quasi completo di tutte le arti che lavorano nel campo dell'infanzia. Per questo la Festa del 22 settembre diventa un’ottima occasione per mostrare e mettere in rete le varie progettualità, secondo una linea di pensiero che da anni Bimba Mia Bimbo Mio  condivide  con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, l'Assessorato alla Cultura e l'Assessorato al volontariato e servizi sociali del Comune e con l'Assessorato alla Cultura della Provincia di Ravenna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba Mia-Bimbo Mio: una festa all'insegna del mangiare sano

RavennaToday è in caricamento