rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Bagnacavallo

Blitz notturno scopre il "nero" in un laboratorio tessile cinese

I Carabinieri di Bagnacavallo, insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ravenna, coadiuvati dal personale dell’Inail di Ravenna, hanno denunciato a piede libero due cinesi

I Carabinieri di Bagnacavallo, insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ravenna, coadiuvati dal personale dell’Inail di Ravenna, hanno denunciato a piede libero due cinesi: su tratta di una 53enne, titolare di un'azienda dove si producono capi d'abbigliamento, ed una trentenne clandestina, impiegata nelle attività produttive. Durante un controllo notturno sono stati identificati 11 lavoratori, tutti cittadini di nazionalità cinese.

Dieci sono risultati in regola con il permesso di soggiorno, mentre un'operaia, la trentenne appunto, aveva il permesso scaduto da oltre due mesi. Tutti operavano in “nero”. Immediatamente per l’imprenditrice è scattata la denuncia per occupazione alle proprie dipendenze di lavoratore straniero irregolare e a carico della lavorante per soggiorno illegale sul territorio nazionale. A carico della titolare sono state inoltre contestate sanzioni amministrative per una cifra superiore ai 50mila euro con l’immediata sospensione dell’attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz notturno scopre il "nero" in un laboratorio tessile cinese

RavennaToday è in caricamento