Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Faenza

Borseggiatore seriale di casalinghe nei supermercati scovato dai carabinieri

Il 45enne, che negli ultimi tempi aveva preso di mira i supermercati di Faenza, quando entrava nel supermercato infilava le mani nelle borse della vittima di turno

I carabinieri della stazione di Faenza, al comando del luogotenente Giulio Vitti, hanno identificato e denunciato in stato di libertà un 45enne residente nel forlivese ritenuto un pericoloso  borseggiatore seriale che agiva soprattutto nei supermercati. L’uomo, originario della provincia di Catanzaro, con la sua faccia “pulita” e l’abbigliamento comune si fingeva un cliente del supermercato ma in realtà si trattava di un vero e proprio pericolo pubblico per le donne intente a fare acquisti, a cui in un lampo faceva sparire il portafogli.

Il 45enne, che negli ultimi tempi aveva preso di mira i supermercati di Faenza, quando entrava nel supermercato infilava le mani nelle borse della vittima di turno ed appena preso il portafogli, scappava. Con questo collaudato modus operandi  ha messo a segno numerosissimi colpi non solo in Emilia-Romagna ma anche fuori regione, infatti nel corso degli anni più volte era stato condannato a seguito di arresti e denunce per decine di furti, oltre ad essere destinatario di divieti di ritorno da molte città della Romagna. Le indagini dei carabinieri di faenza sono iniziate alla fine del mese di novembre quando una 66enne faentina aveva telefonato al 112 per chiedere l’intervento di una pattuglia all’interno di un supermercato del centro città dove le era stato sfilato il portafogli dalla borsa lasciata per un attimo incustodita sul carrello della spesa. la donna aveva riferito ai militari dell’arma che nel portafogli c’erano circa 350 euro oltre ai documenti fra cui le carte di credito.

Per i militari dell’arma la “prova regina” è stata acquisita dalle immagini della videosorveglianza installata all’interno del supermercato dove si è visto chiaramente un uomo alto e ben vestito che si era appropriato del portafogli della casalinga, approfittando del momento in cui si era voltata per fare la spesa. Dopo aver visto dalle immagini l’abilità del borseggiatore, i carabinieri hanno acquisito i fotogrammi ad alta definizione che ritraevano il volto dell’uomo che poi hanno utilizzato in caserma per i confronti con le fotografie archiviate nel sistema informatico “weblase”, una sofisticata applicazione in uso ai carabinieri che consente l’accesso ad una banca dati contenente migliaia di immagini di pregiudicati e di tutte le persone fotosegnalate dagli organi di polizia su campo nazionale. 

Terminata l’attività di comparazione con tutti i soggetti presenti nel “weblase” somiglianti al borseggiatore ripreso dalle telecamere, alla fine i carabinieri sono giunti all’identificazione del 45enne abitante nel forlivese, conosciutissimo per la sua “carriera” criminale trentennale. L'uomo è stato così denunciato per il furto del portafogli ed attualmente si trova in carcere a Forlì, infatti dopo il furto commesso a Faenza è stato arrestato per un’altra serie di borseggi commessi nei supermercati ed ospedali del forlivese ma anche nel pesarese.

Il comandante della compagnia carabinieri di Faenza, il capitano Cristiano Marella suona un campanello d'allarme sul rischio furti e scippi durante le festività e fornisce qualche utile consiglio per mettere al riparo i portafogli con i soldi ma anche i…. regali: “E' consigliabile stabilire prima quanto spendere per i regali per evitare di portare in giro un portafogli pieno di soldi che, se aperto davanti a tutti in luoghi a rischio come i negozi affollati, potrebbero “ingolosire” qualche malintenzionato. per questo motivo  non bisogna mai far notare agli altri quanto denaro si possiede e dopo un pagamento bisogna evitare di tenere il borsellino aperto a lungo davanti a tutti mentre si attende il resto. Inoltre è opportuno tenere i soldi divisi in più tasche senza metterli nella borsa che è il primo posto dove un borseggiatore cerca di "pescarli"  oppure al limite meglio utilizzare borse a tracolla a condizione che siano sempre chiuse. soprattutto sotto natale, durante lo shopping nei posti affollati è meglio utilizzare carte di credito e il bancomat”.

“Bisogna fare attenzione alle “classiche” trappole dei ladruncoli e scippatori che sotto natale si danno da fare più che in altri periodi dell'anno, perciò mai distrarsi quando si maneggia denaro e soprattutto evitare di intrattenersi con sconosciuti che con qualsiasi pretesto tentano di avvicinarsi per “attaccare bottone”: spesso con la scusa di chiedere l’orario, oppure di chiedere informazioni stradali fingendosi un forestiero piuttosto che per chiedere l’elemosina, i malintenzionati ne approfittano per sfilare i portafogli o peggio ancora per strappare di dosso alla vittima borse oppure gioielli preziosi. Infine è consigliabile prestare massima attenzione anche quando si caricano e scarico i regali dall’auto: mai dare retta a sconosciuti che si avvicinano mentre si ha l'auto aperta per riempire il bagagliaio, può essere una scusa per distrarci, così come non bisogna mai lasciare in vista nell'abitacolo la borsa, la spesa oppure i regali appena acquistati: è un invito a nozze per i malintenzionati!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borseggiatore seriale di casalinghe nei supermercati scovato dai carabinieri

RavennaToday è in caricamento